La regina del catrame - Corbaccio, 2012

La Milano del vicequestore Gigi Berté è quella del rimpianto. Figlio di un poliziotto calabrese approdato nel capoluogo lombardo per allontanarsi dalla 'ndrangheta, riconosce in Milano la sua città: "anche la Milano snaturata dal cemento, incanaglita dai soldi, multietnica e poco milanese" gli piaceva e quanto le manca ora che l'hanno spedito in uno di quei paesini liguri, assonnati, che si animano solo d'estate. E con l'estate arriva anche il primo delitto a scompigliare quel piccolo mondo vacanziero di famigliole borghesi e stabilimenti balneari. Berté indaga e intanto scrive. Scrivere è la sua passione segreta, il suo modo di allentare la tensione e incanalare quella "rabbia dei morti ammazzati" che non lo lascia vivere bene finché non ha risolto il caso e consegnato l'assassino alla giustizia. 


EMILIO MARTINI è lo pseudonimo per due sorelle milanesi, Elena e Michela Martignoni. Appassionate di Rinascimento, hanno scritto a quattro mani vari romanzi storici, dedicati soprattutto alla famiglia Borgia. Un giorno hanno incontrato un vicequestore che opera in un commissariato italiano e ne hanno fatto il personaggio letterario protagonista dei loro gialli. Le indagini del commissario Gigi Berté è una serie di numerosi romanzi e raccolte di racconti, da La regina del catrame al recentissimo Vent'anni prima, tutti editi da Corbaccio.