Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Place de la Republique - due documentari di Louis Malle

Malle improvvisa in perfetto stile nouvelle vague, con tanto di ciminiere di fumatori (tutti, continuamente). La gente si annoia ed io con loro. Soporifero. Humain trop humain invece è senza commenti nemmeno musicali, un po' fine a se stesso, né documentario industriale né finzione estetizzante: i nipoti dell'Encyclopédie sono più interessati agli operai che ai processi, indubbiamente con molti risvolti sindacali ancora da approfondire e risolvere.

Animali nella Grande Guerra - regia di Folco Quilici

Argomento insolito per ricordare gli ultimi degli ultimi, cavalli cani muli piccioni topi, non pulci e pidocchi né cammelli o gatti (uno compare nei titoli di coda). Infine il virus della spagnola. Tutti variamente maciullati sfruttati e maltrattati dai cristiani che combattevano con altri cristiani su 600 km di fronte. Discutibile il sonoro applicato ad immagini ante 1929.

Mio assoluto amore - Gabriel Tallent

Un libro disturbante, la storia di un rapporto paterno malato e sbagliato, le sue terrificanti conseguenze sulla protagonista; la psicologia della ragazzina analizzata nei più intimi dettagli lascia smarriti, si legge sperando in una salvezza che sembra impossibile, quasi fino alla fine. Peccato per alcune parti descrittive troppo lunghe, contorte, ridondanti, che spezzano il ritmo della storia. Ma ne vale la pena, se volete sprofondare nell'abisso umano.

Ogni volta che ti picchio - Meena Kandasamy

Un resoconto spietato, a voce libera, di violenza domestica psicofisica. Molto utile per capire le difficoltà personali e sociali che comporta la presa di coscienza e la volontà di sottrarsi al ruolo di vittima, colpevolizzata tanto dal marito quanto dall'ambiente sociale, sia per aver subito che per aver smesso di subire.
Un libro difficile e importante.

Mamma volpe - Amandine Momenceau

Un albo davvero incantevole, da condividere con bambini dai 4 anni, per giocare a nascondino, tra le forme delle pagine, con mamma volpe e i suoi cuccioli. Tratti essenziali e colori caldi, un'ottima lettura della buonanotte da ripetere sera dopo sera.

Memorie di Adriano, seguite dai Taccuini di appunti - Marguerite Yourcenar

Attratta dal romanzo di ambientazione storica, dopo quasi 30 anni dalla visita a Villa Adriana, Marguerite Yourcenar concretizza le forti suggestioni - filtrate dagli studi, dall’esperienza e dal suo straordinario talento - nel capolavoro che le darà la fama e un posto nella letteratura mondiale.Testo complesso e ricco di implicazioni storiche, filosofiche ed umane è soprattutto la storia di un uomo che giunto al declino della sua vita si volta indietro a meditare sul proprio operato di potente e sulla propria esistenza; Adriano, pur conservando per intero il suo spessore umano, diviene il simbolo del destino dell’Uomo in tutti i suoi aspetti: il potere, lo spirito di conquista, la curiosità per il mondo e per i propri simili, la passione, il dolore, la consapevolezza drammatica del declino fisico, la malattia e l’approssimarsi della morte: tutti questi grandi temi sono inseriti in una dimensione temporale esplorata dall'autrice anche da un punto di vista storico. Il romanzo è anche il racconto di un imperatore illuminato, che rinunciò a parte delle conquiste ereditate dal suo predecessore per mantenere la pace, Con quest'opera pubblicata nel '51, poco dopo la fine di una guerra che ha sconvolto il mondo, l'autrice vuole anche lanciare un messaggio ai governi e invitare l'O.N.U. ad attuare la Carta del '45 con la quale i suoi membri si impegnano a conseguire la Cooperazione internazionale per scongiurare altre guerre.

Amatissima - Toni Morrison

E' la cronaca a servire da spunto narrativo alla scrittrice americana:per il romanzo pubblicato nel 1987; mentre sta raccogliendo documenti in qualità di curatrice dell'antologia The Black Book, che avrebbe dovuto contenere 300 anni di storia afro americana,  trova un articolo del 1855 in cui si racconta che una schiava fuggita dal Kentucky, tale Margaret Garner, si rende conto che presto sarà nuovamente catturata e allora uccide la propria figlia, piccolissima, affinché essa non riviva il dramma della schiavitù. Inevitabile, quindi la dedica agli schiavi morti durante il Middle Passage - la traversata dell'Atlantico compiuta dalle navi negriere - oltre 60 milioni; l'impossibilità e la necessita di non dimenticare è uno dei temi centrali di questo romanzo sublime: l'autrice, Premio Nobel per la Letteratura nel 1993, ce lo ricorda commentando lei stessa la sua opera: “Tornare a quella parte della propria storia che troppi hanno rimosso, dimenticato, lasciato inspiegata, ignorato”

Crossing the bridge - un film di Fatih Akin

Poco consciuto forse? Peccato perchè davvero interessante. Oramai per ovvi motivi forse datato, ma la buona musica non ha confini temporali. E' un ottimo documentario sulla Turchia e di musica se ne ascolta, di qualità .

Into the wild - scritto e diretto da Sean Penn

Vivamente consigliato ai giovani, a chi vuole spaziare con la mente nella libertà più vera. Avventura totale. Integrazione nella natura, grande carisma del personaggio. Ottimo film, spaccato degli States in ogni suo aspetto, dalla vita borghese della Est Coast alla natura selvaggia dell'Alaska.
Sean Penn è sempre una garanzia, sia come regia che come attore.

Teresa Papavero e lo scheletro nell'intercapedine - Chiara Moscardelli

Dal giallo più classico passiamo al thriller psicologico e al tema del Male nella sua forma più perversa, però senza mai abbandonare l’ironia per scavare ancora più a fondo nella contorta psicologia della protagonista in una miscela equilibrata, di ironia e drammaticità, semplicità e complessità.
Chiara Moscardelli ha la capacità di mescolare con piacevole leggerezza elementi in netta contrapposizione tra loro: uno stile dinamico, frizzante, fatto di botta e risposta esilaranti e siparietti tragicomici, e la capacità di ricreare un mistero dalla trama fitta che ti tiene incollato alle pagine. Strangolagalli non delude mai, come la sua autrice.

Un tè a Chaverton House

Metti una ventisettenne milanese di origini siciliane, un po’ incompresa e fuori dagli standard della milanesità ma con il dono della panificazione; tre fate madrine e una prozia che Zia Mame scansati; una storia familiare da ricostruire, una dimora nella campagna inglese e un amore tra Jane Austen e Bridget Jones. Risultato? Una vera coccola!

La macchina della felicità - Katie Williams

È un romanzo particolare che invita il lettore a confrontarsi con i propri desideri e la voglia di essere felici. Scritto molto bene e lascia degli spunti interessanti invitando a riflettere, alla fine, su cosa sia davvero la felicità.

Viva la Costituzione - Andrea Franzoso

Racconti di vita vera attraversata da dolori, ingiustizie, esclusioni, persecuzioni ma anche da mille esempi di stupenda resilienza, di accorata difesa e rivendicazione dei valori, dei diritti e doveri sanciti dalla Costituzione.
Semplice ma intensamente ricco.