Forum » Recensioni

La scomparsa di Majorana
4 1
Sciascia, Leonardo

La scomparsa di Majorana

Adelphi, 05/12/2012

Abstract: Dal 26 marzo 1938 si perdono le tracce, fra la partenza e l'arrivo in un viaggio per mare da Palermo a Napoli, del trentunenne fisico siciliano Ettore Majorana, che Fermi non esiterà a definire un genio, della statura di Galileo e di Newton. Suicidio, come gli inquirenti dell'epoca vogliono credere e lasciar credere, o volontaria fuga dal mondo e dai terribili destini che una tale mente può aver letto nel futuro – e nel futuro vicino – della scienza? Su questo interrogativo Sciascia costruisce uno dei suoi libri più belli, di un'intensità di analisi e quasi di immedesimazione nelle motivazioni non dette, nella logica e nell'etica segreta del personaggio, che sfiora l'incandescenza della verità.

966 Visite, 1 Messaggi
Utente 35548
139 posts

Umanamente Fisico

La vicenda della scomparsa di Ettore Majorana avvenuta nel 1938 a soli 32 anni, punta di diamante nel campo della Fisica (insieme agli altri Ragazzi di via Panisperna), ben si presta alla (documentata) ricostruzione da parte di Sciascia.

La brillante genialità scientifica di Majorana, strettamente legata alla sua coscienza di uomo, soprattutto in tema di Nucleare, dà adito a varie ipotesi circa il suo suicidio/scomparsa. Sciascia ci accompagna per sentieri colorati di 'giallo' verso una suggestiva conclusione, condivisibile o meno.

«La fisica è su una strada sbagliata. Siamo tutti su una strada sbagliata»

  • «
  • 1
  • »

3545 Messaggi in 3179 Discussioni di 328 utenti

Attualmente online: Ci sono 8 utenti online