Forum » Recensioni

La calda notte dell'ispettore Tibbs
4 1
Ball, John Dudley <1911-1988>

La calda notte dell'ispettore Tibbs

Palermo : Sellerio, [2004]

Abstract: Virgil Tibbs è un ispettore di polizia di colore finito per caso in un paesino della Carolina, nel giorno in cui è stato commesso un delitto eccellente. A Wells vige il più rigido segregazionismo contro i negri, la paranoia della contaminazione è tale per cui basta una goccia di sangue nero in una persona per vietargli lo sgabello del bar o una stanza dell'hotel in città. È offensivo per l'intera comunità che proprio lui venga imposto allo sceriffo locale in quanto esperto di scienza investigativa. Il racconto oscilla dunque tra il piano dell'inchiesta scientifica e quello del dramma psicologico del rapporto, tra Tibbs e gli altri investigatori, che parte dall'odio razziale per giungere all'accettazione della persona grazie ai suoi meriti.

537 Visite, 1 Messaggi
Utente 35548
139 posts

Dovrebbe essere un bianco

Romanzo scritto a metà degli anni '60, veicola un senso di giustizia sociale e integrazione cui tutti hanno avrebbero diritto.

Tibbs, ispettore californiano di colore, per una visita personale si trova in una cittadina del Texas proprio quando avviene un omicidio.
In prima battuta, cercando indizi e colpevoli, la polizia locale si imbatte in lui fermo alla stazione dei treni, e in virtù del colore della sua pelle viene subito arrestato senza pensare a controllarne l'identità, per altro ufficializzata dal distintivo nel suo portafogli.

La polizia locale non è esperta di omicidi, mentre Tibbs sì. Una volta chiarito il 'malinteso' del suo arresto, infatti, gli viene chiesto in via ufficiosa di dare un'occhiata al cadavere.
Darà prova di competenza e acume, e quasi per scherzo del destino viene incaricato dal suo capo di proseguire le indagini collaborando proprio con chi non ne riconosce l'autorità.

L'indagine è il pretesto per inscenare una serie di situazioni per palesare il pregiudizio, che è tale non per una reale cattiveria ma per ignoranza.
La figura di Tibbs è quella di un uomo che porta la luce dell'intelletto in una stanza buia, rigoroso e sempre in grado di dominare gli istinti, metodico e dalla mente deduttiva.
Dà prova di essere un professionista facendo (quasi) dimenticare il suo colore ai poliziotti che hanno a che fare con lui: arriveranno a pensare che è "così bravo che dovrebbe essere un bianco".
Una pensiero dettato dall'ignoranza, appunto.

  • «
  • 1
  • »

3585 Messaggi in 3212 Discussioni di 337 utenti

Attualmente online: Ci sono 17 utenti online