Forum » Recensioni

La notte delle malombre
4 1
Castagna, Manlio

La notte delle malombre

Milano : Mondadori, 2020

Abstract: Nella gelida notte del 3 marzo 1944, il treno che da Napoli sarebbe dovuto arrivare a Potenza viene trovato fermo in una galleria all'altezza di Balvano. Dentro e intorno, centinaia di cadaveri. Certo, una strage non è inconsueta in tempo di guerra, ma questi morti sono senza ferite. Per dipanare il mistero del treno merci 8017 bisogna tornare indietro nel tempo, salire sgomitando su quel lungo convoglio e guardare in faccia i suoi passeggeri clandestini. Come Rocco il mariuolo, che nella bolgia cerca bottino. O Brando, costretto a farsi carico della famiglia troppo presto. Quando il suo sguardo, puro e determinato, incrocia quello di Nora, la figlia del dottore, le loro anime si legano indissolubilmente. C'è qualcosa però che tormenta la ragazza: ha visto il pericolo incombente sotto forma di malombre, presenze oscure che secondo le credenze popolari annunciano la morte. Ma chi le crederà? Età di lettura: da 11 anni

424 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
579 posts

Sotto forma di romanzo viene raccontata una storia vera avvenuta il 3 marzo del 1944 sul treno 8017 partito da Napoli in direzione Potenza. Siamo verso la fine della seconda guerra mondiale e la povertà, la fame e il freddo sono il quotidiano per moltissime persone, come pure le bombe, che ogni tanto cadono dal cielo. In mezzo a questo scenario iniziamo a conoscere i personaggi di questo libro. Nora, la figlia del dottore, con il dono di vedere le "malombre", Brando diventato capofamiglia troppo presto, Rocco e Ciro. Le singole storie di questi ragazzi, si intrecciano in un'unica storia quando salgono su quel treno che cambierà per sempre i loro destini.
E' una storia triste che ti lascia l'amaro in bocca anche perchè, come scrive l'autore alla fine del libro, non solo è stato difficile capire cosa provocò quell'ecatombe, ma pure trovare un colpevole. Se si aggiunge poi che siamo alla fine della guerra e che l'Italia ha altro a cui pensare, ad oggi il ricordo di quella tragica sera sembra essere andato nel dimenticatoio. Eppure è stata definita "la catastrofe più insolita e più orribile della storia della ferrovia mondiale".

  • «
  • 1
  • »

3535 Messaggi in 3169 Discussioni di 328 utenti

Attualmente online: Ci sono 39 utenti online