Forum » Recensioni

Casa Silvermoor
5 1
Rees, Tracy - Arduini, Ada

Casa Silvermoor

Neri Pozza, 02/08/2022

Abstract: Yorkshire, estate 1897. É l'ultimo giorno di scuola, e Tommy Green si attarda in classe dopo il suono della campanella perchè spera che Latimer, il maestro, gli consigli di proseguire gli studi. Come il nonno, il padre e i fratelli prima di lui, a dodici anni il ragazzo è destinato a passare il resto dei suoi giorni nel ventre della terra a estrarre carbone. Una sorte fatta di spaventosa fatica, cunicoli soffocanti e polvere nera. Un destino nefasto che ha ucciso suo fratello Dan a diciassette anni, e che lega tutti gli abitanti di Grindley alla miniera di proprietà dei Sedgewick di Silvermoor. La risposta di Latimer è perentoria e raggelante: chi si crede di essere quel ragazzo di Grindley? È il più bravo a scuola, e allora? Lo è solo perché gli altri sono più ignoranti. Non c'è futuro per gente come lui se non il carbone. Ognuno è nato nel posto che gli compete, come tuona il predicatore Tawney ogni domenica dal pulpito. Trascorre quasi un anno, e la primavera successive Tommy conosce Josie Westgate, della rivale cittadina mineraria di Arden. A differenza di Tommy, Josie non ha mai pensato a un destino diverso da quello di moglie di minatore e madre di minatori. Per questo l'incontro con lo spilungone riccio dagli occhi verdi, che sogna di andare in Africa a domare i leoni, è per lei di quelli che cambiano la vita. Ma mentre lui è cresciuto in una famiglia affettuosa, Josie combatte da sempre contro l'incomprensibile disprezzo della madre ed è in balìa, insieme ai suoi compaesani, della crudeltà dei Barridge, padroni spietati con un pezzo di carbone al posto del cuore.Il nuovo secolo però è alle porte e già si annunciano grandi rivolgimenti sociali. Sempre insieme di fronte alle avversità, l'uno a sostegno dell'altra, Tommy e Josie abbracceranno il vento del cambiamento e della rivolta. Verranno a conoscenza di un oscuro segreto che riguarda Heston Manor, la dimora dei Barridge abbandonata in seguito alla tragica morte del primogenito. Un segreto che stravolgerà la loro vita e quella della loro comunità."La scrittura elegante e d'atmosfera, la fedele ambientazione storica: ecco il marchio di fabbrica di Tracy Rees". Lucinda Riley"Una lettura intensa, affascinante e romantica". Joanna Courtney"Tracy Rees ha la rara capacità di farci affezionare ai suoi personaggi fin dalle prime pagine. È un romanzo coinvolgente e toccante, con una storia d'amore che commuove". Gill Paul

274 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
584 posts

Che dire se non che questo libro l'ho proprio adorato? Lettura piacevolissima che ti porta in un passato del quale non potresti mai immaginare le condizioni di vita di quell'epoca. Sì, perchè, in teoria, al compimento del quattordicesimo anno di vita i figli maschi venivano mandati a lavorare in miniera in condizioni a dir poco pessime. Purtroppo la povertà di allora costringeva le famiglie a spingere in miniera anche i figli dodicenni. Risultato? Se ti piaceva studiare dovevi abbandonare questo sogno che spesso veniva considerato come un capriccio, un sogno irrealizzabile. Ed è proprio questo che capita al protagonista di questa storia, ma come tutte le belle storie ad un certo punto la catena si spezza e tra avventure, colpi di scena, e tantissima fortuna questa storia ti fa capire come, nella vita, bisogna lottare per i propri sogni e come, a volte, questi si possono pure avverare. Nel mezzo la bella storia d'amore dei due protagonisti, la famiglia di lei odiosa, la famiglia di lui più sopportabile. Come tutte le belle storie alla fine si sbroglieranno tutti i nodi e ci sarà spazio anche per il lieto fine.

  • «
  • 1
  • »

3589 Messaggi in 3216 Discussioni di 337 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online