Forum » Recensioni

Spare. Il minore
3 1
Prince Harry - Faimali, Manuela - Crimi, Sara - Tasso, Laura - Gorla, Valeria Serena

Spare. Il minore

Mondadori, 10/01/2023

Abstract: È stata una delle più strazianti immagini del Ventesimo secolo: due ragazzini, due principi, che seguono il feretro della madre sotto gli occhi addolorati e inorriditi del mondo intero. Mentre si celebrava il funerale di Diana, principessa del Galles, miliardi di persone si chiedevano quali pensieri affollassero la mente dei principi, quali emozioni passassero per i loro cuori, e come si sarebbero dipanate le loro vite da quel momento in poi. Finalmente Harry racconta la sua storia. Con la sua cruda e implacabile onestà, SPARE - IL MINORE è una pubblicazione epocale. Le sue pagine, dense di analisi e rivelazioni, sono frutto di un profondo esame di sé e della consapevolezza - conquistata a caro prezzo - che l'amore vince sempre sul lutto.

175 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
579 posts

Difficile fare la recensione di un libro così corposo, ma ci provo ugualmente.
Sicuramente molti di noi ricordano ancora quel bambino dai capelli rossi, con la testa china, dietro la bara di sua mamma, e sicuramente abbiamo provato tutti una stretta al cuore per una perdita così grande in tenera età. Quello però che nessuno immagina è, che a quel bambino, nessuno ha dato conforto ed aiuto. Crescendo Harry ha provato a colmare quel vuoto con altro, ma quell’altro non è stato capace di farlo in quanto sbagliato. Solo in età adulta è riuscito a risolvere in parte i suoi problemi affidandosi ad una brava terapeuta.
Il libro è diviso in tre parti: la prima molto confusionaria, non c’è un filo logico e i passaggi temporali tra passato e presente non rendono facile la lettura. Filo conduttore la stampa, l’alcol, la droga e quel senso di inadeguatezza in quanto secondo che per certi versi ti crea paranoia. Troppi vuoti di memoria e troppi non ricordo fanno di Harry un ragazzo sicuramente fragile, immaturo e per certi versi poco credibile.
La seconda parte riguarda la sua missione in Afganistan, dove pare che la disciplina militare un pochino sia riuscito a raddrizzarlo, ma rimangono comunque la stampa, l’alcol e la droga. Esilarante la parte della sua visita al Polo Nord dove, oltre ai geloni a guance e orecchie, gli si sono gelate pure le parti basse. Leggere poi che ha dovuto chiedere aiuto ad un’amica che gli ha consigliato la crema da viso di sua mamma, mi ha fatto veramente ridere, però mi chiedo anche se quella parte non si poteva saltare.
Terza e ultima parte, forse quella che mi è piaciuta di più, dove Harry racconta di Megan e di tutto quello che ne è seguito dopo.
Il libro però è anche altro. Prima di tutto ne esce un quadro di una famiglia reale molto rigida a tradizioni secolari. Assurdo chiedere ad un bambino di undici anni di non piangere al funerale della propria mamma perché così vuole il protocollo. Assurdo non prendere posizione con una stampa così pressante perché “così è sempre stato e va accettato”. Assurdo nel 2023 dover sottostare a protocolli così rigidi a discapito anche della propria salute.
Sono molto rimasta colpita dal fatto che la moglie di Willy si chiami Chatherine, ma che abbia dovuto cambiare il suo nome in Katerine in quanto, la moglie di Carlo si chiama Camilla e tre nomi con la C non potevano convivere assieme. Ma questo chi non ha letto il libro non lo saprà mai e penserà che Kate sia il suo nome.
Il principe Carlo è la figura che meno mi è piaciuta. Imbragato in un ruolo che forse non sente suo, sembra interessarsi poco o nulla delle sorti dei propri figli, nonostante Harry, per tutto il libro parli sempre bene di lui. Assurdo leggere che alla morte della regina Carlo abbia deciso di condividere questo momento solo con i figli e non con le rispettive mogli. E’ per caso anche questa la prassi? Non lo so e nel libro non viene detto. Certo è che alla morte della regina c’erano Carlo, Harry e William.
Finito il libro ti rendi conto che la famiglia reale che siamo abituati a vedere in tv, sorridente e allegra, di certo non lo è e che alla fine Harry abbia fatto benissimo a distaccarsene.
Un consiglio. Non credete a tutto quello che racconta la stampa inglese, perché spesso non è così.

  • «
  • 1
  • »

3523 Messaggi in 3159 Discussioni di 327 utenti

Attualmente online: Ci sono 78 utenti online