Forum » Recensioni

La porta
1 1
Szabó, Magda - Szabó, Magda

La porta

Torino : Einaudi, 2014

Abstract: È un rapporto molto conflittuale, fatto di continue rotture e difficili riconciliazioni, a legare la narratrice a Emerenc Szeredàs, la donna che la aiuta nelle faccende domestiche. La padrona di casa, una scrittrice inadatta ad affrontare i problemi della vita quotidiana, fatica a capire il rigido moralismo di Emerenc, ne subisce le spesso indecifrabili decisioni, non sa cosa pensare dell'alone di mistero che ne circonda l'esistenza e soprattutto la casa, con quella porta che nessuno può varcare. In un crescendo di rivelazioni scopre che le scelte spesso bizzarre e crudeli, ma sempre assolutamente coerenti dell'anziana donna, affondano in un destino segnato dagli avvenimenti più drammatici del Novecento.

212 Visite, 1 Messaggi

Solo una grande autrice poteva scrivere un libro così.

Nelle prime pagine viene anticipato il tragico finale, creando curiosità e interesse. La scrittrice parla in prima persona e si sente responsabile della morte di Emerenc, la domestica con la quale si è instaurato un legame tanto profondo quanto conflittuale.

“… avrei voluto correre per raggiungere la vecchia, ma mi trattenni, pensando che dovevo farle perdere l’abitudine di dimostrare il suo attaccamento nei miei confronti con i metodi più folli, senza un minimo di disciplina. Oggi, però, ho capito una cosa, che allora ignoravo: una passione non si può esprimere pacatamente, disciplinatamente, morigeratamente, e nessuno può definirne la forma al posto di un altro.”

Emerenc è molto riservata e nasconde un segreto dietro la porta di casa, che nessuno può oltrepassare.

La trama è semplice. A parte pochi (ma intensi) episodi, si svolge quasi interamente intorno alla vita quotidiana delle due donne. Scorre a ritmo lento, apparentemente piatto.
Ma è proprio questa la bravura dell’autrice, riuscire a delineare perfettamente, nei piccoli gesti del quotidiano, i caratteri delle due protagoniste, i rispettivi sentimenti, la fortissima difficoltà a comunicare e soprattutto l’evoluzione del loro rapporto.

“Neanche quando il tempo cambia all’improvviso il sole sbuca dalle nubi grigie in modo così inaspettato e illogico. Sorrise e mi resi conto, solo in quel momento, quanto raramente sorridesse.”

  • «
  • 1
  • »

3581 Messaggi in 3209 Discussioni di 336 utenti

Attualmente online: Ci sono 61 utenti online