Forum » Recensioni

Il mondo dietro di te
2 2
Alam, Rumaan

Il mondo dietro di te

Milano : La nave di Teseo, 2021

176 Visite, 2 Messaggi

Il libro sembra un film del regista M. Night Shyamalan, uno di quelli mal riusciti, purtroppo. L'idea di un'indefinita minaccia, di un ordine del mondo sovvertito dai contorni confusi, era anche interessante, ma lo sviluppo è sfilacciato, privo di interesse e descritto con frasi brevi ed afasiche.
Difficile affezionarsi ai personaggi, arduo provare empatia, impossibile non annoiarsi in una trama che esaspera il non detto per lasciare il lettore in un limbo inconcludente. Peccato.

Avevo visto il film tratto dal libro su Netflix e mi aspettavo qualche spunto in più. La lettura è scorrevole perchè non ci sono contenuti che vengono approfonditi, che impegnano l'attenzione, tutto è accennato, buttato lì alla rinfusa. Il linguaggio ha uno stile da serie televisiva (già...), pieno di marche di prodotti commerciali, come fosse uno spot. I protagonisti vanno in paese e fanno la spesa e via con l'elenco dei cibi che comprano. Anche se i 6 personaggi sono il cuore della storia, l'analisi rimane al livello di stereotipi e di carattersitiche già sentite tante altre volte. Ricchi e annoiati, consumismo, vite vuote e senza uno scopo preciso che non sia trovare il modo di fare soldi e spassarsela. Un po' troppo lontano dal nostro mondo quotidiano. Tipico standard televisivo americano, irreale e fasullo. L'elemento innovativo del racconto, cioè quella crisi sullo sfondo che non riusciamo a definire e crea il terrore, resta lì. Anche se rispetto al film, lo scrittore e voce narrante, aggiunge qualche dettaglio, così a caso, tra le tante cose che potrebbero succedere nel nostro mondo malato, ma slegate una dall'altra. Si rimane con la bocca asciutta.

  • «
  • 1
  • »

3581 Messaggi in 3209 Discussioni di 336 utenti

Attualmente online: Ci sono 41 utenti online