Forum » Recensioni

Il Maestro e Margherita
4 1

Il Maestro e Margherita

Campi Bisenzio : Cecchi Gori Entertainment, 2016

Abstract: Siamo nel 1925, a Mosca, dove si stanno svolgendo le ultime prove del dramma Ponzio Pilato di Nikolaj Maksudov. Spaventato da alcune espressioni del testo, secondo le quali ogni potere è contro la libertà, il direttore del teatro ricorre al presidente dell'associazione scrittori proletari. Nella vicenda si inserisce Satana, nelle vesti di un maestro di magia nera, il professor Woland, assistito da Azazillo e da Koroviev. Il diavolo, pur facendo del suo meglio, non riesce ad impedire l'accantonamento del dramma e l'internamento di Nikolaj in un manicomio. Non migliore fortuna ha la dolce Margherita, la moglie di un poliziotto, innamorata dello scrittore e sua discreta consolatrice, che non riesce a ottenere spiegazioni o a raggiungere l'amato. Woland allora allestisce con i suoi assistenti la propaganda e la messa in scena della prima di Ponzio Pilato, quindi, alla presenza di un folto pubblico, deride con uno spettacolo di magia l'avidità e l'incoerenza dei moscoviti. Nikolaj, miracolosamente presente, assiste al suo dramma poi muore abbandonato nel letto ove è stato legato con la camicia di forza. Margherita è sola nel teatro abbandonato dagli spettatori, terrorizzati e caricati dalla polizia.

129 Visite, 1 Messaggi

Trasposizione interessante, completamente immersa nelle atmosfere sovietiche degli anni '60 da un improbabile regista di regime... L'intervista a Barbara Alberti vale il prestito, di solito non guardo gli speciali ma questa volta m'incuriosiva l'impresa: il film non è riuscito al 100% forse per la difficoltà del romanzo, ma Tognazzi è particolarmente ispirato in questo film impegnato e giustamente accostato al miglior Volonté.

  • «
  • 1
  • »

3538 Messaggi in 3172 Discussioni di 328 utenti

Attualmente online: Ci sono 65 utenti online