Forum » Recensioni

Il colibrì
3 3
Veronesi, Sandro <1959- >

Il colibrì

Milano : La nave di Teseo, 2019

993 Visite, 3 Messaggi

Romanzo famigliare sul dolore, sulla forza delle relazioni umane, sulla luce del tempo nuovo.
Per "La Lettura" è IL libro del 2019.
Per me ha un suo senso, ma resta abbastanza sotto le aspettative.
[69/100]

PS: esplicitare i “debiti”, alla fine, mi sembra un’ottima cosa. In diversi romanzi inizia a trovare spazio questa specie di biblio/filmografia commentata. La trovo necessaria perchè è la miglior forma di ringraziamento, perché è un atto di modestia, perché tutto si trasforma. Perché siamo delle spugne, non delle bolle.

Utente 33610
24 posts

troppo dolore, troppe problematiche in famiglia. Scorrevole nella lettura ma dell'autore ho preferito altri romanzi

"Il colibrì" è il soprannome di Marco il protagonista, datogli dalla mamma quando era un bambino - in questo romanzo si racconta la sua vita e le enormi sofferenze che ha sofferto.
Questo romanzo mi è piaciuto molto: lo stile è coinvolgente sia nei dialoghi (vivissimi), sia nelle lunghe riflessioni (il capitolo "Shakul & Co. 2012" è una unica lunghissima frase di 7 pagine che riporta il pensiero di Marco - da leggere tutta d'un fiato, è bellissima e terribile nel contenuto), sia nell'epistolario tra Marco, Luisa e Giacomo.

"Ma è vero che se una storia d'amore non finisce, o come in questo caso nemmeno comincia, essa continuerà a perseguitare la vita dei protagonisti con il suo nulla di cose non dette, azioni non compiute, baci non dati: è vero sempre ma soprattutto fu vero per loro, perchè dopo quel pomeriggio, quella passeggiata lungo Rue d'Assas e quell'innocente conversazione, Marco e Luisa ripresero a frequentarsi, che nel loro caso significò tornare a scriversi, spesso, appassionatamente, ottocentescamente, com'era successo fino a dieci anni prima e poi non più".

  • «
  • 1
  • »

3585 Messaggi in 3212 Discussioni di 337 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online