Forum » Recensioni

Yellow
3 1
De Filippi, Andrea "Alfa"

Yellow

RIZZOLI, 24/10/2023

Abstract: Un'infanzia normale, come quella di tanti. Poi il padre che se ne va, il corpo che non ti piace, i vestiti di marca contraffatti, la solitudine che ti fa da compagna. Allora reagisci, perché niente cambia se non sei tu a farlo. Prima la palestra, ore e ore ad allenarti, a fare pace con te stesso e con il mondo. Poi la musica, il rap. I primi pezzi, i compagni di scuola che non ti hanno mai filato che li cantano a memoria. Ovest, il primo vero successo, un'esplosione di giallo. La musica che diventa tutto. Finché nella tua vita irrompe Lui. Famiglia bene, attitudine vincente, macchina da sogni... tutto quello che non hai mai avuto. Arriva dal niente e dice: ti aiuto. Credo in te. Ci prenderemo il mondo. All'inizio lo guardi e pensi: ho trovato il pollo da spennare. Poi comincia il viaggio, il tuo primo tour, e il pollo da spennare diventa la tua spalla, il tuo innesco, la persona che ti calma prima di salire sul palco e ti fa sognare anche quando non vuoi. Voi due sempre insieme, su e giù per l'Italia. I live. I chilometri macinati a bordo della Mercedes G. Le notti negli alberghi della provincia. Infine qualcosa che non ti saresti mai immaginato: un bacio; e tutto ciò che un bacio tra due ragazzi rappresenta. Una scossa. Sorprendente. Bella e difficile da accettare. È il momento più bello della tua vita, quello che sogni da sempre, e invece di volare ti ritrovi sottoterra. Lui cambia, sfugge, cerca riparo tra le braccia di una ragazza. Tu lo cerchi, cerchi di capire, di capirlo. E più lo fai più ti perdi, più lo perdi. Finché l'amore diventa rabbia, diventa gelosia, diventa odio. Finché diventa il suo opposto, l'amore diventa morte. Finché il giallo diventa nero.

62 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
584 posts

Come ci sia finito questo libro in mano mia non me lo so spiegare, forse la curiosità di leggere qualcosa in merito a questo ragazzo dalla faccia pulita che si è presentato a Sanremo. Non ho capito se sia autobiografico oppure no. E' un libro che parla di sentimenti, di amicizia, di amore, di sofferenza e di insofferenza, di voglia di farcela e paura di sbagliare, di voler bene, ma anche di voler far del male a chi si vuole bene. La parte finale mi è piaciuta, con quel colpo di scena che ti lascia stupita, ma che ne capisci poi il perchè. Insomma per chi è diversamente giovane come me, lettura leggera, da ombrellone. Per tutti i ragazzi di oggi, sono certa che apprezzeranno e tanto.

  • «
  • 1
  • »

3581 Messaggi in 3209 Discussioni di 336 utenti

Attualmente online: Ci sono 8 utenti online