Forum » Recensioni

Shukran
5 1
Terzi, Giovanni <1964- >

Shukran

Reggio Emilia : Imprimatur, 2016

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 0
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Questo romanzo è liberamente ispirato alla storia di Tammam Youseff, il cardiochirurgo siriano che, insieme al professor Alessandro Frigiola, luminare della cardiochirurgia pediatrica, è riuscito a trovare i fondi per la costruzione dell'Ospedale di Damasco. È il racconto di un uomo speciale, un uomo retto, che vive quotidianamente la guerra e rischia la propria vita per salvare quella di migliaia di bambini, nella profonda convinzione che, per superare le barriere ideologiche che provocano conflitti e morti, sia necessario non guardare le differenze tra le persone, ma riconoscerne le somiglianze, per trovare quel filo conduttore che ci lega tutti: la sacralità e l'inviolabilità della vita. Il destino lo porrà di fronte a una scelta importante: operare il figlio di uno dei componenti del gruppo terroristico che uccise suo fratello. Tammam terrà fede al giuramento di Ippocrate?

691 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
584 posts

"Bahir sta bene, il suo corpo forte reagisce alle cure in modo perfetto e puntuale. Ha voglia di vivere e combattere perchè vuole affrontare il suo futuro in questa terra. Improvvisamente una crisi respiratoria che dura più del previsto affida Bahir alle cure delle macchine. Serve ossigeno, ma l'ossigeno è finito. Grida e urla della madre mentre il piccolo lentamente passa ad un altro mondo. Non si può più fare nulla. Mi prendo il capo tra le mani, non ho assistito alla morte di Bahir perchè da codardo sono scappato. "Cos'è successo?" chiedo ai medici? "Come può essere finito l'ossigeno?" La risposta è univoca: "L'embargo dell'Occidente vieta ogni tipo di aiuto e ciò che arriva a Damasco è frutto d'imprudenze di alcuni volontari". Bastava una bombola con l'ossigeno e Bahir sarebbe vivo. Ma la guerra non permette quest'umanità; non ci si può fermare neanche davanti a un bambino che muore. La guerra è guerra. Il nemico è chiunque stia dall'altra parte senza fare sconti ed eccezioni. Io so solo che la morte di Bahir ha anche la mia firma; faccio parte di quell'Occidente che ha ordinato l'embargo anche ai medicinali agli ospedali siriani."
Shukran ed Affuan sono due parole che ho imparato subito quando facevo la volontaria in un centro accoglienza per profughi siriani. Sono due parole semplici che ci vengono insegnate fin da piccoli, ma che poi, col tempo, ce ne dimentichiamo. Significano grazie e prego. Questo libro racconta la storia di questo straordinario medico siriano che è riuscito a trovare i fondi per costruire l'ospedale a Damasco. Gli ci sono voluti ben quattordici anni prima di vedere la sua opera realizzata, ma è bastata una sola bomba per distruggere tutto. In questo libro, oltre alla storia di quest'uomo viene raccontata anche la storia della Siria e delle varie differenze tra sunniti ed alawiti, ma è anche la storia di tutti quei bambini che oggi hanno un futuro migliore grazie ad un'operazione e purtroppo a tutti quelli che quell'operazione non la potranno mai subire. Scorrevolissimo si legge in un pomeriggio.

  • «
  • 1
  • »

3591 Messaggi in 3218 Discussioni di 337 utenti

Attualmente online: Ci sono 87 utenti online