Forum » Recensioni

Adele Pergher profuga
4 1
Calgaro, Raffaella

Adele Pergher profuga

[Roana] : Archimedia, 2015

641 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
580 posts

Sì proprio così una storia dimenticata e la storia non si dovrebbe mai dimenticare. Si può essere profughi nella propria terra? Sì. Quando le truppe austro ungariche iniziano a bombardare l'altopiano di Asiago, un'intera popolazione chiamata i cimbri, è stata costretta a spostarsi in pianura e la protagonista di questa storia è stata una di quelle. Lei però in pianura non si è fermata, preferendo arrivare alla grande città Milano dove ha trovato rifugio da una cucina. In questa città prova a vivere ma non è semplice perchè il richiamo della sua terra è molto forte. Per assurdo a guerra finita "il Ministero del Comando Supreno ha stabilito "il divieto" ai profughi di tornare nelle loro terre". Eppure lei che ora è ben integrata a Milano, prova comunque a fare domanda alla Prefettura di Milano dove un timbro, sì un semplicissimo timbro, decide delle sorti di migliaia di profughi, accettando o negando il trasferimento nella terra d'origine. Questo libro dovrebbe essere letto in tutte le scuole perchè se è vero che la storia insegna è altrettanto vero che se non la si conosce a fondo si continueranno a ripetere gli stessi errori di sempre.

  • «
  • 1
  • »

3538 Messaggi in 3172 Discussioni di 328 utenti

Attualmente online: Ci sono 59 utenti online