Forum » Recensioni

Io, te e la vita degli altri
4 1
Maston, Vincent - Maston, Vincent

Io, te e la vita degli altri

Milano : Salani, 2014

Abstract: A volte vorresti ribaltare il mondo. Vorresti urlare e invece taci, anche quando la vita è così ingiusta e stupida da far male. Eppure ci sono dei momenti in cui quella stessa vita offre inaspettatamente un piccolo, temporaneo sollievo. Apre uno squarcio, e le tue azioni diventano atti di giustizia. Laggiù punisci i prepotenti, gli indifferenti, i maleducati. Come un eroe invisibile. Germain vive in due mondi: in uno è un bravo ragazzo, serio e lavoratore, appassionato di musica, un po' troppo introverso per colpa di una grave balbuzie che lo affligge dalla nascita, perfino innamorato; nell'altro, che assume le dimensioni tentacolari della metropolitana cittadina, si trasforma, giocando d'azzardo sul limite invisibile tra bene e male. Fino al giorno in cui incontra una ragazza che fa esattamente come lui... e, all'improvviso, Germain è costretto a cambiare le regole del gioco. Io, te e la vita degli altri è un romanzo sulla forza delle intenzioni e sul potere della volontà; un inno alle piccole azioni che stravolgono la spietatezza e l'indifferenza del mondo.

741 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
580 posts

Letto in un solo giorno fino a mezzanotte inoltrata. La storia è allo stesso tempo originale e geniale. Germain è un ragazzo balbuziente che sfoga la sua rabbia in metropolitana, facendo sgambetti alle persone. Sembrerebbe una storia banale all'inizio invece non è affatto così. E' proprio in metropolitana che Germain incontra una ragazza che gli cambierà la vita e la percezione di essa. Da collante ci sono la logopedista, il datore di lavoro, e la famiglia. Sebbene la vita notturna metropolitana abbia una sorta di effetto guaritore su Germain, a volte si può perdere il controllo della situazione e ci si ritrova coinvolti in situazioni dove venirne fuori non è affatto un gioco da ragazzi. A rendere il tutto ancora più accattivante ci siamo "NOI" sì noi lettori che inconsapevolmente facciamo parte di questa storia.
"Noi saliamo sulla metro, e scendiamo. Quando parte l'annuncio, alcuni si bloccano come conigli abbagliati dai fari di una macchina; altri corrono per saltare nei vagoni prima che le porte si richiudano."

  • «
  • 1
  • »

3538 Messaggi in 3172 Discussioni di 328 utenti

Attualmente online: Ci sono 35 utenti online