Forum » Recensioni

Gabriella garofano e cannella
3 1
Amado, Jorge

Gabriella garofano e cannella

Torino : Einaudi, 2006

Abstract: Gabriella dal profumo di garofano e dal colore di cannella, mulatta sinuosa che non cammina ma balla, che non parla ma canta, è arrivata con tanti altri emigranti dall'interno del sertão sul litorale, per non morire di fame. È arrivata a piedi, danzando sulla terra riarsa fino a Ilhéus per la gioia e la dannazione dell'arabo Nacib. Selvatica e spontanea, incapace di tutto fuorché d'amare e cucinare, la scalza Gabriella assiste senza molto capire agli intrighi della cittadina, ai mutamenti sociali, all'evoluzione della mentalità, alle beghe che scoppiano tra i fazendeiros per la supremazia nel mercato del cacao.

662 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
580 posts

"In quell'anno 1925, quando sbocciò l'idillio della mulatta Gabriella e dell'arabo Nacib, il periodo delle piogge s'era tanto prolungato oltre il naturale e il necessario che i proprietari si incrociavano per le vie, come gregge smarrito, per chiedersi l'un l'altro, la paura negli occhi e nella voce: Non cesserà mai?"
Inizia così un libro che intreccia storie d'amore, lotte tra fazendeiros per il possesso delle terre e storia di vita quotidiana di questa cittadina chiamata Illheus. Filo conduttore è la protagonista Gabriella che capita in questo posto e vi rimane, portando con se una ventata di allegria, serenità e l'inconfondibile profumo di cannella, che avvolge tutti, anche l'arabo Nacib.

  • «
  • 1
  • »

3538 Messaggi in 3172 Discussioni di 328 utenti

Attualmente online: Ci sono 60 utenti online