Biblioteca Sormani

Pubblichiamoli a casa loro. Prove letterarie di umorismo migrante. AAVV

Quando
29 May 2019
Orario
18:00
Categorie
Conferenza/Dibattito, Libri

Pubblichiamoli a casa loro. Prove letterarie di umorismo migrante

(Edizioni Ensemble 2018). A cura di Matteo Andreone e Raffaele Taddeo 

Intervengono Mihai Mircea Butcovan, Giovannantonio Forabosco, Pap Khouma

Kossi Komla Ebri, Yousef Wakkas

Coordinano l’incontro Erminia Dell’Oro, Matteo Andreone e Raffaele Taddeo

Letture di Silvia Gramegna

Ingresso libero

Biblioteca Sormani, Unione Lettori Italiani, Centro Culturale Multietnico La Tenda, Milano

L’umorismo è uno strumento molto più potente di quanto siamo abituati a ritenere, dovrebbe avere un ruolo maggiore nella società moderna. Potrebbe non solo farci osservare la realtà da un punto di vista diverso e permetterci di raccontarla a modo suo, ma anche consentirci di intervenire per provare a cambiarla.

Se, dunque, in un periodo storico in cui emergono con una certa urgenza temi quali la migrazione, l’immigrazione, l’accoglienza, l’inclusione trovassimo nell’umorismo e nella comicità un elemento in grado di unirci? L’intento della raccolta curata da Matteo Andreone e Raffaele Taddeo, che si divide tra saggi e racconti divertenti scritti da autori di culture diverse, è quello di trattare il tema caldo dell’immigrazione da un punto di vista insolito e leggero, di dimo- strarci come l’humor possa emergere anche nelle situazioni più difficili e che se possiamo ridere delle stesse cose non siamo poi così diversi.
Testi di: 
Matteo Andreone, Salvatore Attardo, Adrian Bravi, Christiana De Caldas Brito, Mihai Mircea Butcovan, Delia Chiaro, Kossi Amékowoyoa Komla-Ebri, Giovannantonio Forabosco, Pap Abdoulaye Khouma, Darien Levani, Mohamed Malih, Giacinto Palmieri,Claudio Rolle, Matías Hermosilla, Raffaele Taddeo, Božidar Stanišić, Yousef Wakkas

L’umorismo è uno strumento molto più potente di quanto siamo abituati a ritenere, dovrebbe avere un ruolo maggiore nella società moderna. Potrebbe non solo farci osservare la realtà da un punto di vista diverso e permetterci di raccontarla a modo suo, ma anche consentirci di intervenire per provare a cambiarla. Se, dunque, in un periodo storico in cui emergono con una certa urgenza temi quali la migrazione, l’immigrazione, l’accoglienza, l’inclusione trovassimo nell’umorismo e nella comicità un elemento in grado di unirci? L’intento della raccolta curata da Matteo Andreone e Raffaele Taddeo, che si divide tra saggi e racconti divertenti scritti da autori di culture diverse, è quello di trattare il tema caldo dell’immigrazione da un punto di vista insolito e leggero, di dimo- strarci come l’humor possa emergere anche nelle situazioni più difficili e che se possiamo ridere delle stesse cose non siamo poi così diversi.

Testi di:  Matteo Andreone, Salvatore Attardo, Adrian Bravi, Christiana De Caldas Brito, Mihai Mircea Butcovan, Delia Chiaro, Kossi Amékowoyoa Komla-Ebri, Giovannantonio Forabosco, Pap Abdoulaye Khouma, Darien Levani, Mohamed Malih, Giacinto Palmieri,Claudio Rolle, Matías Hermosilla, Raffaele Taddeo, Božidar Stanišić, Yousef Wakkas