Biblioteca Baggio

La biblioteca mette le ali

La costruzione della nuova Sala Polifunzionale avvia in concreto la realizzazione del progetto “La biblioteca mette le ali”, un percorso partecipato con i cittadini, avviato nell’ottobre del 2011 per offrire al quartiere nuovi spazi di accesso ad attività culturali, ricreative e formative e rendere la biblioteca sempre più luogo condiviso di conoscenza e di aggregazione sociale, fucina di sviluppo di socialità e di nuove espressioni creative in cui siano direttamente i cittadini, i fruitori, ad essere i protagonisti attivi.

La biblioteca mette le ali

La Nuova Sala

La nuova Sala, caratterizzata da ampie vetrate continue tali da garantire una costante illuminazione naturale e la veduta diretta sul parco, a sottolineare la permeabilità con l’ambiente circostante, si configurerà come uno spazio bello e accogliente, un luogo che predispone all’interattività e allo scambio di esperienze, uno spazio di apprendimento attivo e di creazione condivisa.

Durante gli orari di apertura del servizio bibliotecario, oltre ad ospitare corsi organizzati dalla biblioteca nell’ambito del progetto “Information Literacy: biblioteca spazio di apprendimento per tutti”, la nuova sala sarà dedicata specificatamente al pubblico dei giovani adulti: un luogo pensato per loro, accessibile e inclusivo, attrezzato non solo “per leggere” (con una selezione attrattiva di proposte editoriali e multimediali), ma anche per “fare musica” (grazie a una Digital Audio Workstation per registrare e produrre musica, un pianoforte digitale, una batteria elettronica), per “giocare” (dotato di Gaming Zone come quelle già attive in altre sedi del Sistema Bibliotecario) o per semplicemente “fare” (nel Digital Lab attrezzato con la stampante 3D).

Dotata di un ingresso separato, la sala potrà essere utilizzata in autonomia dal quartiere prevalentemente come spazio per eventi, spettacoli e attività culturali. L’autogestione da parte dei cittadini volontari, singoli o associati, sarà regolata dal “Patto collaborativo”, lo strumento con il quale il Sistema Bibliotecario concorderà con i cittadini tutto ciò che è necessario ai fini della gestione in autonomia dello spazio e della programmazione culturale, in linea con le politiche di indirizzo dell’Amministrazione Comunale in tema di partecipazione della cittadinanza attiva al governo della città e al miglioramento della qualità della vita nei quartieri.