Biblioteca Chiesa Rossa

Un giardino dei giusti per Milano Sud

 Promotori

Biblioteca Chiesa Rossa

Associazione Centro Culturale Puecher

Cooperativa Sociale Zero5 – Laboratorio di Utopie Metropolitane

QUI il sito.


Obiettivo

Ispirandosi ai tanti Giardini dei Giusti sparsi per il Mondo, il nostro obiettivo è coinvolgere gli studenti nella realizzazione nel parco Chiesa Rossa di un “Giardino dei Giusti” per la zona sud di Milano, in cui i ragazzi possano riconoscersi. L’idea è che gli studenti, di concerto con gli insegnanti, scelgano ogni anno uno-due Giusti da inserire nel contesto del parco, attraverso installazioni da individuare di volta in volta. Abbiamo pensato a un progetto continuativo, da rinnovare di anno in anno, basato sul coinvolgimento delle scuole secondarie di secondo grado della zona.

 

Perché vogliamo coinvolgere le scuole?

E’ un progetto di educazione civica che si rivolge agli studenti. Ci si propone di agevolare un processo di creazione di comunità e rivitalizzazione di luoghi che, troppo spesso, vengono vissuti passivamente dalla popolazione giovane. L’intento è quello di dare il via ad un percorso che possa evolvere negli anni, a partire da un format che prevede la partecipazione dell’istituzione scolastica, in forma continuativa. Le scuole verranno accompagnate passo dopo passo durante la prima edizione, in modo da sperimentare e consolidare prassi virtuose da tradurre in autonomia nelle edizioni successive.

La proposta prevede un percorso della durata di un anno scolastico che possa coinvolgere una o più classi in un contesto di lavoro interdisciplinare e continuativo. Il proposito è dunque di entrare in sinergia con l’offerta didattica in un costante dialogo con le scuole e i docenti, allo scopo di consolidare nel tempo autonomia nella trattazione delle tematiche delicate e fondamentali di cui il Giardino dei Giusti si fa portavoce nel mondo in quanto “Insegna a riconoscere la bellezza della persona buona e mostra che ogni essere umano, esercitando anche il più piccolo spazio di libertà, ha la possibilità di diventare un argine nei confronti delle ingiustizie o dei crimini contro l’umanità”. La bellezza sarà protagonista non solo dal punto di vista concettuale ed umano, ma anche artistico. Ogni anno infatti la ricerca e lo studio dei Giusti si concretizzerà nella realizzazione di un’opera celebrativa, concepita per valorizzare al contempo il/i giusti selezionato/i e il/i luogo/hi in cui l’intervento prenderà vita, attraverso un processo partecipato.