Biblioteca Chiesa Rossa

I murales della biblioteca e del parco

I murales della biblioteca e del parco Chiesa Rossa nascono all'interno del Festival delle Abilità, una rassegna culturale dove protagonista è l'arte resa accessibile, una festa d'inclusione sociale che unisce artisti con e senza disabilità.

  • Nel 2020 il Festival delle Abilità di Milano ha onorato Franco Bomprezzi quale primo “Giusto della Disabilità” con un murale nel portico a corte realizzato da Davide Ratti, in arte Ratzo. "Franco Bomprezzi era un attivista della libertà. Se noi persone con disabilità stiamo meglio in Italia, lo dobbiamo anche a lui. Lui era in cabina di regia all’Expo di Milano per renderlo accessibile. E con lui la città. E da lì l’Italia ha ricevuto un nuovo impulso economico, sociale e artistico. A quell’uomo dobbiamo molto." (Antonio Giuseppe Malafarina, giornalista e poeta).
  • Nel 2021, sempre nell'ambito del Festival delle abilità, Ratzo ha realizzato nove murales raffiguranti noti personaggi del mondo della cultura e  delle scienze, all'interno della biblioteca, nella zona utilizzata come sala studio.
  • «L’opera “Il muro liberato”, si trova all'ingresso del parco, verso la chiesa di Santa Maria alla fonte, ed è trasposizione artistica di una poesia di Antonio Giuseppe Malafarina realizzata durante l'edizione 2022 del Festival delle abilità, è come se chiudesse il cerchio avviato con il murale dedicato a Franco Bomprezzi. Così si dà anima a un luogo che richiede armonia tra natura e umanità per dar vita a un nuovo paesaggio. Un paesaggio culturale». Le parole del testo (Disteso / lungo il parco della Chiesa Rossa / narra / di musica e persone / culture e storia / un murale aggrappato a una parete / come l’esistenza / appesa all’umanità) si riferiscono al murale di 80 metri quadrati L’arte di sentire con il cuore la terra, che si sviluppa su un muro perimetrale del parco, ideato da Tizio Tiziano, artista divenuto non vedente e realizzato in tandem dagli artisti Ratzo e Norberto Ker Artcore. Figure variopinte “contaminano” di musica la città e danno un senso di allegra comunità anche nelle giornate grigie.» (Alessandro Cannavò)

 Per approfondire:

  • La 3^ edizione del Festival delle Abilità, nel 2021, ha aperto i battenti con il disvelamento della poesia di Antonio Giuseppe Malafarina "Franco Bomprezzi" e della targa in Braille che racconta l’uomo, il giornalista e l’attivista dei diritti delle persone con disabilità. QUI Interpretata da Vlad Scolari.
  • "Ricominciare dai Margini” documentario che racconta del ritorno alla parete di Tiziano Pantano, ex writer milanese sotto lo pseudonimo di Tizio_032. Il cortometraggio, realizzato da Marcello Ruvidotti (videomaker e fotografo amico dell’artista), ripercorre il progetto di Tiziano in collaborazione con gli street artists Davide "Ratzo" e Norberto "Ker Artcore" in occasione dell’edizione 2022 del Festival delle Abilità. Un grande murales progettato da Tiziano e trasposto su parete dai due. Il murales "L'Arte di Sentire con il Cuore la Terra", realizzato in tandem dai tre artisti, si sviluppa su uno dei muri perimetrali, margine del parco della Biblioteca di Chiesa Rossa a Milano. L’importanza del margine è nel luogo ma anche nel metodo usato da Tiziano per ricominciare a disegnare: anni dopo aver perso la vista sviluppa una tecnica basata sul tatto, sul ritaglio e sul collage di cartoncini, questo gli permette di tornare al disegno e all’illustrazione. A completare il lavoro la trasposizione artistica della poesia "Il Muro liberato" di Antonio Giuseppe Malafarina dipinta da Piger. L’occasione per Tiziano nasce grazie al Festival delle Abilità, che con grande dedizione e sensibilità trova nell’espressione artistica un mezzo per impostare diversamente il discorso sulle disabilità. Per il sostegno FdA ringrazia la Fondazione Maurizio Fragiacomo e la Fondazione Mantovani Castorina.