Biblioteca Sormani

 

All’interno del palinsesto Sormani d’Estate, dal 14 al 29 giugno la biblioteca propone una rassegna di 6 incontri per offrire spazi di riflessione e di condivisione su temi di stretta attualità, che il conflitto in Ucraina ha messo in luce con particolare e drammatica evidenza: gli effetti della guerra a livello locale e globale, le ragioni della pace e dei diritti, il controllo e la manipolazione delle informazioni.

Si parte martedì 14 giugno con Federico Petroni, analista geopolitico e consigliere redazionale di Limes, che presenterà La cortina d’acciaio, ultimo numero della rivista.
Venerdì 17 sarà la volta di Beyond Carnism: un mondo migliore per tutti gli esseri viventi, dialogo tra la giornalista Giulia Innocenzi e Melanie Joy,  psicologa e attivista per i diritti degli animali, impegnata sul tema della non-violenza.
Lunedì 20 Simonetta Gola ci parlerà dell’ultimo libro di Gino Strada, Una persona alla volta (Feltrinelli 2022), di cui è curatrice. 
Martedì 21 Sergio Romano, ex ambasciatore Nato e in URSS, ci presenterà il suo ultimo libro La scommessa di Putin (Longanesi 2022), accompagnato da Augusto Martellucci del Centro Filippo Buonarroti. 
Martedì 28 si parlerà di stanare la disinformazione in tempo di guerra con Giampiero Gramaglia, Virginia Padovese e Giulia Pozzi dell’osservatorio Newsguard
Per finire, mercoledì 29 con Elena Granata, urbanista attenta ai temi dell’ambiente e dei cambiamenti sociali, e Pia Saraceno, economista e esperta di problemi energetici, rifletteremo su pane, energia, ambiente, e cioè sugli effetti dei conflitti sulla nostra vita quotidiana e sulle nostre scelte future.

 

Gli incontri si svolgeranno all’aperto, nella Corte d’Onore di Palazzo Sormani (in Sala del Grechetto in caso di pioggia).
Ingresso gratuito con prenotazione.


Tutti gli incontri

Nessun evento in programma

L'iniziativa rientra nell’Obiettivo 16 per lo Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030, dedicato alla promozione di società pacifiche e inclusive, alla garanzia di un accesso universale alla giustizia e alla costruzione di istituzioni responsabili ed efficaci a tutti i livelli.