Biblioteca Zara

La forza dell'agorà, di Tommaso Lanciani

 

Legge 152. Un semplice numero per un'ordinanza destinata a cambiare per sempre la vita di tutti i ragazzi di Milano. Una legge che avrebbe dato in gestione ai politici della metropoli il tempo libero per controllarne le attività, al fine di "prevenire il disagio giovanile e reprimere comportamenti devianti".

Vedi tutti

Percorsi

 

Il libro

2029, Milano. La città si è trasformata in una megalopoli dominata da poteri occulti che vogliono imprigionare i giovani dentro i centri commerciali. Lo skater, la writer, il breaker, il freestyler di Bmx e l’appassionato di parkour: la Trixxx Brigade non ha paura dei Signori del Buio.

 Un libro per ragazz*, che parla anche a quell* che ragazz* lo furono negli anni '90. Skate, rap, raggamuffin, hip-hop e la grande esperienza dei centri sociali occupati autogestiti a Milano... per non dimenticare... per rilanciare sul futuro!

 

L'autore

Tommaso Lanciani, è educatore presso la Scuola dell’infanzia. Ha pubblicato nel 2018 la serie Pirati delle nevi (Il Battello a Vapore) per bambin* della scuola primaria.

 

Curiosità

Ogni capitolo del libro ha un sottotitolo scandito da rime di leggendari rap anni novanta, il rap degli esordi, quello che nasceva nei centri sociali.

 

 

Recensioni

La forza dell'agorà è un libro breve e semplice, ma offre molti spunti di riflessione sulla socità odierna sopraffatta dal capitalismo. Ambientata nel 2029, la storia dei protagonisti non sembra tanto distante da quella che viviamo oggi: in una città governata da persone che mirano alla disgregazione e alla soppressione delle attività associative, i ragazzi cercano in ogni modo di difendere il proprio spazio.

Giulia, 19 anni

 

Una scrittura semplice e chiara, come la stessa trama. Limpida, diretta, quasi troppo lineare, però con un messaggio che è importante interiorizzare: è necessario far emergere la luce. Quella luce che manca, allegoricamente, nella Milano distopica in cui ha luogo la vicenda. Un romanzo attuale e un'ispirazione.

Camilla, 17 anni

 

Romanzo distopico, ambientato a Milano nel 2029 ma ispirato alla Milano degli anni '90, gli anni della mia formazione. La mia impressione è che allora, quando di fatto eravamo più liberi, ci ribellassimo di più. Adesso, nella cosiddetta società del controllo, gli spazi di libertà sono sempre più ridotti... e con essi la capacità di ribellarsi.

Camilla, 17 anni (negli anni '90)