Biblioteca Zara

Naked, di Kevin Brooks

"Potevano anche essere sguaiati, maleducati, schifosi, sporchi, viscidi, pazzi, cattivi, perfino pericolosi: lui non ci badava. Bastava che fossero diversi, a lui non importava altro. Gli piaceva l'anormalità, la trovava divertente. Quasi come se percepisse la vita come un circo e se stesso come il direttore che si circonda di animali ammaestrati, pagliacci, fenomeni da baraccone. A volte mi domandavo se non vedesse anche me in quel modo: solo un altro numero di intrattenimento nel circo della sua vita."

Vedi tutti

Percorsi


Il libro

Il racconto di Lili comincia con l'estate del 1976, quella che cambiò per sempre la sua vita: l'estate in cui nacque il punk e la sua band, i Naked, l'estate del sesso, della droga, degli eccessi, ma anche dell'amore. Dall'incontro con Curtis Ray, il dio della musica, leader della band, all'ingresso nel gruppo del misterioso ragazzo irlandese che le ruberà il cuore. La vita di Lili e dei Naked corre in parallelo con un pezzo di storia della musica e della Londra di quegli anni, scossa dalla nascita di un nuovo e violento movimento culturale e dilaniata dal terrorismo.

 

L'autore

Kevin Brooks (Exeter, 30 marzo 1959) è uno scrittore britannico specializzato in libri per adolescenti.

Nato nel 1959 a Exeter, vive e lavora nel North Yorkshire. Dopo gli studi di psicologia e filosofia all'Aston University di Birmingham, ha svolto svariati mestieri tra cui il benzinaio, il musicista punk, il controllore ferroviario e l'impiegato alle poste. Ha esordito nella narrativa nel 2003 con il romanzo Martyn Pig (vincitore del Branford Boase Award) ed ha in seguito pubblicato una trentina di opere destinate ad un pubblico young adult ottenendo numerosi riconoscimenti tra i quali la Carnegie Medal nel 2014 per Bunker diary (scelta che ha scatenato un acceso dibattito) e il Premio Mare di Libri l'anno successivo per L'estate del coniglio nero.

 

Curiosità

Il negozio descritto nel libro come uno dei punti di ritrovo della scena punk rock è realmente esistito: si tratta della boutique SEX, meglio conosciuta come Let it Rock, situata nel quartiere londinese di Chelsea. Di proprietà del vecchio manager dei New York Dolls Malcolm McLaren e di sua moglie Vivienne Westwood, la boutique si specializzò nella cosiddetta "anti-moda" (T-shirt tagliate, pantaloni in pelle e accessori fetish), che successivamente si diffuse attraverso i fan dei Sex Pistols.

 

Recensioni

Il romanzo mi è piaciuto, anche perché - avendo suonato in una band - ho riconosciuto molte delle dinamiche tra i componenti del gruppo. Quella tra Lili, la protagonista, e Curtis, il suo primo ragazzo, è una relazione tossica.

Sara, 23 anni

 

Sono appassionata di musica, anche di musica punk. Credo che il personaggio di Curtis sia ispirato a un cantante realmente esistito, come lui morto a 27 anni.

Sara, 16 anni

 

Ho trovato questa storia deprimente, perché non mi piace il mondo delle band.

Filip, 19 anni

 

La storia mi è piaciuta, ma non com'è scritta: troppe frasi secche e puntini di sospensione. Il movimento punk, i temi della gurra civile irlandese e del terrorismo purtroppo sono solo accennati; d'altro canto questo può spingere i lettori più curiosi ad approfondire.

Rebecca, 23 anni