Le mostre in biblioteca si possono visitare liberamente negli orari di apertura delle sedi.

18 maggio-14 luglio | MILANO68. Contestazione e industria culturale
BIBLIOTECA SORMANI
(ingresso via Francesco Sforza 7 | lunedì-venerdì 15-19; sabato 9-12.30)
Cinquant'anni sono passati dal divampare della contestazione studentesca che, nata negli Stati Uniti, soffiò presto sull'Europa occidentale. A Milano il Sessantotto iniziò tra le mura dell'Università degli studi: il Movimento studentesco organizzò la protesta che presto coinvolse rapidamente gli altri atenei milanesi e le scuole superiori. Era giunto a maturazione il malcontento per un sistema scolastico non più adeguato alle esigenze educative di massa. Nel decennio successivo la società fu travolta da correnti di cambiamento e innovazione e travagliata dalla violenza degli "anni di piombo". La Biblioteca Centrale riscopre nelle proprie raccolte i riflessi di quel vento di cambiamento attraverso le tracce lasciate nell'industria culturale: giornali, riviste, editoria alternativa e indipendente, volantini autoprodotti, dischi in vinile, partiture e canzoni, locandine, edizioni di protagonisti della contestazione a Milano. A cura di Fausto Colombo.