Assassinio al Garibaldi - Biblioteca comunale di Milano 2020

Un giallo ambientato nel quartiere Garibaldi, uno spaccato di vita sociale della Milano degli anni Ottanta e dei cambiamenti di quell’epoca. Fu pubblicato nei Gialli Mondadori l'8 luglio 1984 dopo aver vinto il Premio Alberto Tedeschi, riservato ai gialli italiani inediti. Fu l'unico libro che Maria Alberta Scuderi diede alle stampe e resta un unicum nella vita dell'appassionata lettrice di gialli qual era.
Il romanzo è fuori commercio da tempo, lo pubblichiamo oggi in digitale negli ebook della Sormani grazie alla gentile autorizzazione dei nipoti, arricchito dalla prefazione di Luca Crovi e da altri contributi che consentono di sapere qualcosa in più su questa professoressa con la "predilizione per delitti e monelli".

Maria Alberta Scuderi (Napoli 1923 - Milano 2018) si trasferisce ancora bambina a Milano, che resterà per sempre la sua città. Si laurea con una tesi sulla monelleria in cui si legge la cifra di una esistenza libera, irridente delle convenzioni, ma anche solidale. Prende la strada dell’insegnamento che la porta a contatto con la realtà sociale di Milano e del suo hinterland. 
Negli anni '70 si salda un rapporto con il quartiere Garibaldi, nel quale ambienta il suo libro "Assassinio al Garibaldi" e dove resta a vivere fino a quando le condizioni di salute glielo permettono. 

Guarda il video di Luca CroviTorna a Milano da Leggere