Un ragazzo normale
4 1
Materiale linguistico moderno

Marone, Lorenzo - Marone, Lorenzo

Un ragazzo normale

Titolo e contributi: Un ragazzo normale / Lorenzo Marone

Pubblicazione: Milano : Feltrinelli, 2018

Descrizione fisica: 283 p. ; 22 cm.

ISBN: 978-88-07-03278-3

EAN: 978-88-07-03278-3

Data:2018

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.), Italiano (lingua dell'opera originale)

Paese: Italia

Serie: Narratori

Nomi: (Autore)

Classi: Narrativa (0) 853.92 NARRATIVA ITALIANA, 2000- (20)

Luoghi: Milano

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2018
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 16 copie, di cui 9 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Chiesa Rossa CHI 853.92 N MARO T2197824 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Affori AFF 853.92 N MARO T2187576 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Accursio ACC 853.92 N MARO T2224161 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Niguarda NIG 853.92 N MARO T2340309 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Quarto Oggiaro QUA 853.92 N MARO T2260519 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Cassina Anna CAS 853.92 N MARO T2184428 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Oglio OGL 853.92 N MARO T2184429 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Parco Sempione PAR 853.92 N MARO T2184430 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Crescenzago CRE 853.92 N MARO T2187577 In prestito 04/05/2024
Biblioteca Harar HAR 853.92 N MARO T2187578 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Sicilia SIC 853.92 N MARO T2187580 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Tibaldi TIB 853.92 N MARO T2188959 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Venezia VEN 853.92 N MARO T2213170 In prestito 29/04/2024
Biblioteca Fra Cristoforo FRA 853.92 N MARO T2228069 In prestito 04/05/2024
Biblioteca Vigentina VIG 853.92 N MARO T2187581 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Villapizzone VIL 853.92 N MARO T2187582 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Ci sono delle volte che un libro ti lascia dentro talmente tanto che fai veramente fatica a trovare le parole per scrivere una recensione. Molto meglio che sia il libro a parlare per me!
“E poi arrivò il silenzio, una sorta di terribile apnea che durò un solo lungo istante, perchè quello successivo un ultimo sparo se lo rubò, e si prese anche tutto il resto: il tempo, che smise di correre, e Viola, che all'improvviso non era più al mio fianco. Si prese il mio bacio più bello, il sapore di ciliegia che ancora avevo sulle labbra, le chiacchierate estive con Giancarlo. Si prese la mia storia, che da quel giorno sarebbe rimasta sepolta in un cassetto, e il terrazzo degli Scognamiglio, che pure si affacciarono, proprio nel punto dove erano incise le nostre iniziali. Si prese il mio sguardo di bambino, gli esperimenti, i giochi con le figurine e il Super Santos, le tante collezioni, i libri per ragazzi, si prese Sasà e Fabio, le canzoni di Vasco, la mia infanzia, e quella di Viola. Si prese gli strambi progetti, il mio modo aulico di parlare, la fissazione per i fumetti, il cinema e i superpoteri. Si prese il vestito di Spider-Man che avrei dovuto regalare al mio eroe e l'amore per la mia città. Mi restituì solo Giancarlo, che se ne stava lì, a una ventina di metri da me, con la maglietta bianca addosso, nella sua adorata Mehari crivellata di proiettili, rannicchiato con una gamba un po' sollevata, la testa penzoloni su un lato e un rivolo di sangue su quel volto che aveva perso il solito sorriso.”

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.