La notte delle malombre
4 1
Materiale linguistico moderno

Castagna, Manlio

La notte delle malombre

Titolo e contributi: La notte delle malombre / Manlio Castagna

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2020

Descrizione fisica: 271 p. ; 23 cm

ISBN: 9788804731771

Data:2020

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nota:
  • A pagina IV di copertina ebook disponibile

Nomi:

Classi: Favole, Fiabe, Fantasy e Miti Ragazzi (0) 853.92 NARRATIVA ITALIANA, 2000- (20)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2020
  • Target: ragazzi, età 11-15
Testi (105)
  • Contenuti: letteratura per ragazzi
  • Genere: fiction

Sono presenti 4 copie, di cui 2 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Fra Cristoforo FRA 853 4L CAST T2468468 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Chiesa Rossa CHI 853 4L CAST T2604191 In prestito 03/06/2022
Biblioteca Parco Sempione PAR 853 4L CAST T2539593 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Valvassori Peroni VAL 853 4L CAST T2513255 In prestito 16/06/2022
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Sotto forma di romanzo viene raccontata una storia vera avvenuta il 3 marzo del 1944 sul treno 8017 partito da Napoli in direzione Potenza. Siamo verso la fine della seconda guerra mondiale e la povertà, la fame e il freddo sono il quotidiano per moltissime persone, come pure le bombe, che ogni tanto cadono dal cielo. In mezzo a questo scenario iniziamo a conoscere i personaggi di questo libro. Nora, la figlia del dottore, con il dono di vedere le "malombre", Brando diventato capofamiglia troppo presto, Rocco e Ciro. Le singole storie di questi ragazzi, si intrecciano in un'unica storia quando salgono su quel treno che cambierà per sempre i loro destini.
E' una storia triste che ti lascia l'amaro in bocca anche perchè, come scrive l'autore alla fine del libro, non solo è stato difficile capire cosa provocò quell'ecatombe, ma pure trovare un colpevole. Se si aggiunge poi che siamo alla fine della guerra e che l'Italia ha altro a cui pensare, ad oggi il ricordo di quella tragica sera sembra essere andato nel dimenticatoio. Eppure è stata definita "la catastrofe più insolita e più orribile della storia della ferrovia mondiale".

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.