La felicità è una scelta
0 1
Materiale linguistico moderno

Melotti, Sara - Melotti, Sara

La felicità è una scelta

Titolo e contributi: La felicità è una scelta : un viaggio per trovare il coraggo di ascoltare la propria voce / Sara Melotti ; postfazione di Emma Bonino

Pubblicazione: Milano : Piemme, 2021

Descrizione fisica: 298 p. ; 21 cm

ISBN: 9788856677201

EAN: 9788856677201

Data:2021

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Soggetti:

Classi: 158.1 PSICOLOGIA APPLICATA. ANALISI E PERFEZIONAMENTO DELLA PERSONALITA (21)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2021
Testi (105)
  • Genere: testo non letterario

Sono presenti 2 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Sicilia SIC 158.1 MELO T2712762 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Dergano Bovisa DER 158.1 MELO T2523960 In prestito
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Io leggo i libri degli influencer. Non di tutti, ovviamente; mi capita però di farlo. Lo faccio perchè mi interessa la loro storia, mi interessa capire da dove sono arrivati e quali sono state le esperienze di vita che li hanno segnati al punto da farli diventare ciò che sono ora. Perchè prima di essere creator sono persone con un vissuto e un passato di cui non so niente.
Il problema dei libri degli influencer però è che queste persone non sono scrittori (nella maggior parte dei casi) e si sente tutto il peso di questo limite in ogni libro che ho letto, anche in questo.
La storia di Sara però è davvero interessante e racconta di come sia passata dal fare la ballerina, poi la fotografa di moda, poi la documentarista. Tutto questo intervallato da amicizie, esperienze, amori tossici, delusioni, fallimenti, violenze, vittorie, successi, soddisfazioni.
Sara viaggia spesso per lavoro e per necessità di andare oltre: da una parte ho sentito invidia e desiderio di fare come lei esplorando in maniera viscerale i posti del mondo, dall'altra vorrei solo urlarle di stare ferma, di sedersi un secondo, di darsi pace.
è stato molto interessante seguirla durante il suo racconto; il capitolo migliore però, secondo me, è quello sui social media dove descrive con sorprendere lucidità tutti i meccanismi disfunzionali e deleteri che purtroppo riguardano questi strumenti.
Non credo che questo libro parli di felicità, credo parli più di autenticità e del coraggio e di tutta la fatica che ci vuole per seguire la propria voce, nonostante tutto.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.