Quando eravamo i padroni del mondo
0 0
Materiale linguistico moderno

Cazzullo, Aldo

Quando eravamo i padroni del mondo

Abstract: L’Impero romano non è mai caduto. Tutti gli imperi della storia si sono presentati come eredi degli antichi romani: l’Impero romano d’Oriente; il Sacro Romano Impero di Carlo Magno; Mosca, la terza Roma. E poi l’Impero napoleonico e quello britannico. I regimi fascista e nazista. L’impero americano e quello virtuale di Mark Zuckerberg, grande ammiratore di Augusto: il primo uomo a guidare una comunità multietnica di persone che non si conoscevano tra loro ma condividevano lingua, immagini, divinità, cultura. Roma vive. In tutto il mondo le parole della politica vengono dal latino: popolo, re, Senato, Repubblica, pace, legge, giustizia. Kaiser e Zar derivano da Cesare. I romani hanno dato i nomi ai giorni e ai mesi. Hanno ispirato poeti e artisti in ogni tempo, da Dante a Hollywood. Hanno dettato le regole della guerra, dell’architettura, del diritto che vigono ancora oggi. Hanno affrontato questioni che sono le stesse della nostra quotidianità, il razzismo e l’integrazione, la schiavitù e la cittadinanza: si poteva diventare romani senza badare al colore della pelle, al dio che si pregava, al posto da cui si veniva. A noi italiani in particolare i romani hanno dato le strade, la lingua, lo stile, l’orgoglio, e il primo embrione di nazione. Il libro racconta la fondazione mitica di Roma, dal mito letterario di Enea a quello di Romolo. L’età repubblicana, con gli eroi – tra cui molte donne – disposti a morire per la patria. L’avventura di golpisti come Catilina e di rivoluzionari come Spartaco, lo schiavo che ha ispirato ribelli di ogni epoca. La straordinaria storia di Giulio Cesare e di Ottaviano Augusto, due tra i più grandi uomini mai esistiti. E la vicenda di Costantino: perché se oggi l’Occidente è cristiano, se preghiamo Gesù, se il Papa è a Roma, è perché l’impero divenne cristiano. Attraverso un racconto pieno di dettagli e curiosità, alla portata del lettore colto ma anche di quello semplicemente curioso, Aldo Cazzullo ricostruisce il mito di Roma, partendo dai personaggi e dalle storie e arrivando alle idee e ai segni. A cominciare da quello che è stato il simbolo di tutti gli imperi del mondo, da Roma all’America: l’aquila.


Titolo e contributi: Quando eravamo i padroni del mondo : Roma: l'Impero infinito / Aldo Cazzullo

Pubblicazione: Milano : HarperCollins, 2023

Descrizione fisica: 282 p. ; 21 cm

ISBN: 9791259853103

EAN: 9791259853103

Data:2023

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 937 STORIA GENERALE DELL'ITALIA ANTICA E TERRITORI ADIACENTI (20)

Luoghi: Milano

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2023
Testi (105)
  • Genere: testo non letterario

Sono presenti 12 copie, di cui 12 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Crescenzago CRE 937 CAZZ T2778675 In prestito 22/03/2024
Biblioteca Sicilia SIC 937 CAZZ T2760764 In prestito
Biblioteca Venezia VEN 937 CAZZ T2735447 In prestito 27/03/2024
Biblioteca Gallaratese GAL 937 CAZZ T2746724 In prestito 04/03/2024
Biblioteca Calvairate CAL 937 CAZZ T2735445 In prestito 16/03/2024
Biblioteca Niguarda NIG 937 CAZZ T2781655 In prestito 29/03/2024
Biblioteca Villapizzone VIL 937 CAZZ T2741615 In prestito 27/03/2024
Biblioteca Harar HAR 937 CAZZ T2752101 In prestito 06/03/2024
Biblioteca Vigentina VIG 937 CAZZ T2735881 In prestito 18/03/2024
Biblioteca Baggio BAG 937 CAZZ T2753744 In prestito 19/03/2024
Biblioteca Zara ZAR 937 CAZZ T2779629 In prestito 26/03/2024
Biblioteca Dergano Bovisa DER 937 CAZZ T2735446 In prestito 25/03/2024
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.