Un amore
0 1
Materiale linguistico moderno

Buzzati, Dino

Un amore

Titolo e contributi: Un amore / Dino Buzzati ; introduzione di Alberico Sala

Pubblicazione: Milano : Oscar Mondadori, 2004

Descrizione fisica: 269 p. ; 18 cm

Serie: Oscar

ISBN: 978-88-04-45820-3

Data:2004

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: Oscar narrativa ; 397

Nomi: (Autore)

Classi: Narrativa (0) 853 NARRATIVA ITALIANA (12) 853.914 NARRATIVA ITALIANA, 1945-1999 (23)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2004
  • Target: adulti, generale

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Baggio BAG 853.914 N BUZZ Deposito T2547059 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Quando ho iniziato a leggere Un amore, nutrivo un po’ di timore sulle reazioni del gruppo ad una lettura che a tratti può infastidire sia per il tema trattato: la prostituzione nella Milano degli anni ’60, sia per il linguaggio usato dall’autore che a tratti ho trovato fastidioso. In realtà la maggior parte ha apprezzato il romanzo (non tutti) con interpretazioni molto diverse tra loro; proseguendo l’ho trovato sicuramente un romanzo coraggioso - in cui emerge anche il Buzzati cronista di “nera” - e sincero. Attraverso una storia inventata - ma in parte autobiografica – l’autore narra, in monologhi fiume senza veli, le debolezze di un uomo, i pensieri ossessivi, la difficoltà a comunicare col mondo femminile a lui così estraneo e a comprenderne i misteri. E veniamo alla storia vissuta dai 2 protagonisti: Antonio Dorigo, 50enne, architetto rispettabile, abituato a considerare la sessualità un mero bisogno fisico, incontra Laide una ragazza vitale, sfacciata, provocante, un po’ bambina, un po’ demone che svolge il suo mestiere di prostituta con naturalezza e senza farsi scrupoli; egli si aggrappa a Laide e a ciò che ella incarna: dall’iniziale semplice attrazione fisica nasce una passione fatta di tormenti, di attese spasmodiche, di angosce, si apre per Antonio la porta dei sentimenti, dell’amore e della giovinezza mai vissuta, in una relazione di dipendenza assoluta, generata da un desiderio spasmodico della presenza di Laide, una ragazzetta da desiderare e possedere, ma del tutto estranea alla sua vita.. Egli scopre la possibilità di provare amore, fino ad allora sentimento ignorato, ma a mio parere ciò che prova non è “Amore”. Laide appare una ragazza piena di vita, inafferrabile, misteriosa, bugiarda, decisa e sdegnosa; è attratta dalla vita agiata, dalle auto di lusso e dai vestiti eleganti, è figlia del consumismo emergente ed è disposta a tutto per soddisfare i suoi capricci. Ha più vite e vorrebbe essere altro: è ballerina alla Scala, posa per le riviste di moda, offre il suo corpo come se fosse qualcosa che non le appartiene al miglior offerente, ma ci tiene a distinguersi dalle prostitute di strada o di bordello; solo quando arriva al massimo degrado getta la spugna e si riavvicina ad Antonio. Laide rappresenta anche la città con tutte le sue contraddizioni, i suoi lati oscuri; mi è piaciuto molto il passaggio dell’incontro di Antonio con Piera, l’amica di Laide, che segna una svolta nella vita di Antonio e nella sua relazione con Laide: Piera gli rivela la cruda verità riguardo a Laide senza risparmiare Antonio per la sua ingenuità e debolezza, per la sua pretesa di comprare (e possedere) non solo il corpo di Laide ma anche la sua anima, pur lasciandola fuori dalla sua vita. E’ una presa di coscienza del protagonista maschile ma anche un’ accusa nei confronti di quegli uomini che considerano le donne e ancor più le prostitute essere inferiori e mero oggetto di piacere. Se per Antonio Laide rappresenta la vitalità, la giovinezza, per Laide Antonio rappresenta un punto fermo, e alla fine un’ancora di salvezza per non perdersi completamente. Avrei voluto sentire l’opinione dei lettori uomini del gruppo, abbiamo solo quella, preziosa di Luigi. Luisa

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.