La variante di Lüneburg
0 1
Materiale linguistico moderno

Maurensig, Paolo

La variante di Lüneburg

Abstract: Un colpo di pistola chiude la vita di un ricco imprenditore tedesco. E' un incidente? Un suicidio? Un omicidio? L'esecuzione di una sentenza? E per quale colpa? La risposta vera è un'altra: è una mossa di scacchi. Dietro quel gesto si spalanca un inferno che ha la forma di una scacchiera. Risalendo indietro, mossa per mossa, troveremo due maestri del gioco, opposti in tutto e animati da un odio inesauribile che attraversano gli anni e i cataclismi politici pensando soprattutto ad affilare le proprie armi per sopraffarsi. Che uno dei due sia l'ebreo e l'altro sia stato un ufficiale nazista è solo uno dei vari corollari del teorema.


Titolo e contributi: La variante di Lüneburg / Paolo Maurensig

17. ed

Pubblicazione: Milano : Adelphi, 1999

Descrizione fisica: 158 p. ; 22 cm.

Serie: Fabula ; 70

ISBN: 88-459-0984-0

Data:1999

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: Fabula ; 70

Nomi: (Autore)

Classi: Narrativa (0) 853.914 NARRATIVA ITALIANA, 1945-1999 (23)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 1999
  • Target: adulti, generale

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Quarto Oggiaro QUA 853.914 N MAUR TG301350 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Spunti di riflessione del gruppo di lettura 'Voci nel parco' - Biblioteca Parco Sempione

Un uomo ha un conto in sospeso con un altro uomo, apparentemente sparito nel passato dello sterminio ebraico. Un giallo in cui la vittima ha, per rintracciare il carnefice, l'ossessione per gli scacchi e l'aiuto di un giovane ragazzo appassionato del gioco.

Questo giallo storico è stato apprezzato dal gruppo di lettura: il tema scacchistico, solo all'inizio ostico per qualcuno, ha ben sostenuto l'intreccio giallo, amalgamandosi con la trama storica. Gli episodi ambientati in un campo di concentramento, volutamente pochi, hanno una verità e una forza che li rende a tratti difficili da affrontare, ma altrettanto sentiti e necessari.
Emerge netto, nella drammaticità del contesto, il tema della scelta. Quella scelta che ogni mossa degli scacchi di per se stessa impone, quella scelta che è della vita di ciascuno, perché "se non fossimo costretti a scegliere saremmo immortali". Non è cosa sui cui si riflette, nel tramestio della vita di ogni giorno, ma è così.
In un giallo in cui il narratore è insieme interno e onnisciente, in cui "l'esecuzione capitale differita nel tempo" è dichiarata fin dalle prime pagine, il pezzo del cavallo -cavallo dei neri, per esattezza- diventa quasi un 'cavallo di Troia', il mezzo per stanare un nemico trinceratosi dietro una falsa identità.
Commoventi per tutti le foto che il protagonista conserva incorniciate sul suo pianoforte, quei sommersi della scacchiera della Storia.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.