Prima che la notte
4 1
Materiale linguistico moderno

Fava, Claudio <1957- > - Gambino, Michele <1958- >

Prima che la notte

Abstract: Questo libro non è un noir su un delitto di mafia e nemmeno il canto a lutto per la morte di un uomo. Di Giuseppe Fava, delle ragioni per cui la mafia volle colpirlo, dell’infinito e miserabile reticolo di silenzi, compiacenze e connivenze che protesse i suoi assassini, molto è stato scritto.Poco, invece, è stato scritto su quel gruppo di carusi che nello spazio di una notte si ritrovarono subito adulti, invecchiati, con lo sguardo ferito, l’innocenza smarrita. Quella morte mai abbastanza annunciata fu la fine della nostra giovinezza, senza più alibi, senza rinvii. Non avevamo avuto il tempo di essere preparati, ci sentivamo stolti e felici, spavaldi e immortali, eravamo Patroclo, Achille, Ettore, eravamo ancora tutte le vite che avremmo potuto vivere e poi, di colpo, ci scoprimmo orfani che dovevano crescere in fretta, soldati anche noi, reclute sbandate al primo scontro col nemico. Eravamo stati inconsapevoli: dunque, colpevoli.Questo libro – scritto a quattro mani – racconta quei giorni, quei ragazzi e l’uomo che li tenne a battesimo nella vita. È un racconto che non vuole rivelare fatti, nomi o segreti, ma che ricostruisce il filo dei dettagli che si erano perduti, le risate di petto di Giuseppe Fava, le sue improbabili partite a pallone, la sua idea sfacciata e rigorosa di giornalismo, la nostra idea scapigliata di quel mestiere, fino all’irrompere della morte, ai pensieri e ai gesti che si fanno improvvisamente adulti, densi, necessari. Proprio come accade ai piccoli maestri di Luigi Meneghello, quando una guerra non cercata li catapultò dai salotti di casa ai sentieri di montagna. Perché anche questa è stata una guerra. E non si è ancora conclusa.


Titolo e contributi: Prima che la notte / Claudio Fava, Michele Gambino

Pubblicazione: Milano : Baldini & Castoldi, 2014

Descrizione fisica: 152 p. ; 21 cm

Serie: Romanzi e racconti

ISBN: 978-88-6852-691-7

Data:2014

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Soggetti:

Classi: Narrativa (0) 853.914 NARRATIVA ITALIANA, 1945-1999 (23)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2014
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: testo non letterario

Sono presenti 4 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Biblioteca Sormani GEN L 65887 727552 In deposito Prestabile
Biblioteca Baggio BAG 853.914 N FAVA Deposito TG184687 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Calvairate CAL 853.914 N FAVA 1513046 Su scaffale Prestito locale
Biblioteca Quarto Oggiaro QUA 853.914 N FAVA 1543956 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Rimango sempre sconcertata quando leggo libri simili. Sconcertata perchè mentre la mia vita negli anni '80 scorreva tra scuola, oratorio e Duran Duran, nel sud si compiva quella che in tanti altri libri viene definita come “mattanza” .
Quello che si legge in questo libro è il racconto del prima e del dopo visto da due punti di vista. Quello del figlio e quello di un collaboratore. Ne esce un quadro di un uomo di un certo carisma, che non si è fatto certo mettere i piedi in testa, mosso da un profondo senso del lavoro e da un amore immenso per la sua terra. Ma si sa, che quando si scrive di certe cose, quando si toccano certi argomenti, purtroppo la mafia non se ne sta certo zitta ed il vuoto creato dopo il suo assassinio si sente tutto, ti entra dentro, come pure il rammarico di non essere riusciti a fare nulla per evitare questo.
“Penso questo, che ricordare i morti in fondo serve a farli conoscere anche a chi non c'era”.
Ed io ringrazio Claudio e Michele per avermi fatto conoscere Giuseppe Fava.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.