Dal Gran Consiglio al Gran Sasso
4 1
Materiale linguistico moderno

Petacco, Arrigo - Zavoli, Sergio

Dal Gran Consiglio al Gran Sasso

Titolo e contributi: Dal Gran Consiglio al Gran Sasso : una storia da rifare / Arrigo Petacco, Sergio Zavoli

Pubblicazione: Milano : Rizzoli, 1973

Descrizione fisica: 189 p., [4] c. di tav. : ill. ; 22 cm

Data:1973

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore) (Autore)

Soggetti:

Classi: 945.091 Storia. Italia. Regno di Vittorio Emanule III, 1900-1946 (21) 945.0915 STORIA. ITALIA. 1922-1943 (23) 945.91 CAGLIARI (PROV.) (18)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 1973
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: testo non letterario

Sono presenti 1 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Deposito Deledda SG.M.13340 407134 In deposito Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Dalle stelle alle stalle

Nel 1943, seconda guerra mondiale in corso, due date cruciali segnano l'Italia:
- 25 luglio, il Gran Consiglio esautora Mussolini dal ruolo di capo del governo; è la caduta del fascismo come legittimo regime.
- 8 settembre, il maresciallo Pietro Badoglio dà l'annuncio dell'armistizio stipulato con gli anglo-americani.

Tra l'abbraccio convulso di queste poche settimane si concentrano gli avvenimenti storici che gli autori Petacco e Zavoli ci mostrano nel libro, come sempre supportati da una esposizione chiara e comprensibile e da un dinamismo che impreziosisce la lettura, avvenimenti cha vanno dall'arresto del Duce e al suo itinerante imprigionamento (Ponza, La Spezia, l'isola della Maddalena in Sardegna, Gran Sasso in Abruzzo) fino all'Operazione Quercia ideata dai tedeschi per liberare Mussolini il 12 settembre e portarlo in Germania.

Già dal suo arresto, comunque, Benito è un uomo spento, la depressione lo accompagna, capisce di aver chiuso un ciclo e per certi versi è quasi riconoscente per la piega degli eventi. L'Italia, il popolo e i suoi gerarchi, non si è dimostrata troppo sensibile alla sua sorte, non si è mossa per lui, la percezione di essere finito è forte e sfocia in un maldestro tentativo di suicidio poco prima di venire liberato.

Poi la Repubblica di Salò, ma è un'altra storia.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.