GRAZIA DAL FIUME

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Adattarsi - Clara Dupont-Monod

Un libro duro e bellissimo che racconta, lo raccontano le pietre della casa, come possono venir sconvolti gli equilibri di una famiglia e i rapporti tra i loro componenti, quando arriva un bambino "inadatto" . In una regione montana al sud della Francia, nel Parco delle Cevennes, nasce un bambino che non vede, non parla e non si può reggere da solo. Vive dieci anni, tre volte più di quanto avessero previsto i medici alla sua nascita e diventa il fulcro della famiglia, il perno attorno al quale si scandiscono i tempi e si formano i caratteri dei due fratelli nati prima di lui. Alla morte del terzo figlio, arriva un quarto bambino, lo "stregone", che con la sua sola presenza e la sua eccezionale sensibilità riporterà equilibrio e riannoderà i fili. Bello, davvero molto bello.

R: Onori

Ho appena finito Onori, dopo aver letto Resoconto e Transiti. Tre romanzi che raccontano tante storie senza raccontare una storia. Persone comuni, con le loro vite comuni. Molti intellettuali, personaggi che ruotano intorno al mondo dell'editoria, come la protagonista, o meglio la voce narrante, il filo conduttore, ma anche manovali, imprenditori, bambini sperduti con famiglie distrutte e genitori egocentrici. Non c'è amore, qualche bacio rubato, incontri fuggevoli. Tanta solitudine. C'è veramente tanto. La scrittura è asciutta, mai banale. Tre libri brevi. Tre libri di racconti magistralmente legati tra loro?

La stranezza che ho nella testa - Orhan Pamuk

Ho letto questo libro qualche anno fa e ancora me lo porto dentro. Non si legge d'un fiato perché scorre lento, come scorrono lente le vite, ma non si smette di leggerlo perché quando una persona ti interessa non smetti di essere interessato alla sua vita e a quel che gli accade. Mevlut è diventato, leggendo questo libro, un amico, qualcuno che ho incontrato in un libro ma che avrei voluto conoscere nella vita vera. Si sviluppa nel corso di tanti anni, lungo tutta la vita di Mevlut, in una Turchia affascinante e remota, in una città, Istambul, che non riconosci, anche se l'hai visitata, perché ha mille facce, che non si mostrano ai turisti. E c'è la società, la cultura, la politica e la corruzione del paese e ci sono vite misere, come quella di Mevlut, che rimane sempre fedele a sé stesso e al suo amore.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate