Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Re: Il deserto dei tartari - Dino Buzzati

Ho letto proprio l'altro ieri una chiave di lettura diversa dal solito sul finale del libro. Il protagonista non muore sconfitto dalla malattia quando finalmente arrivano i tartari, egli muore non sconfitto ma "trovando" Dio. Interpretazione questa, ovviamente di matrice cattolica, che io non condivido.

Il cardillo addolorato - Anna Maria Ortese

Tre personaggi, un principe, uno scultore e un commerciante si recano a Napoli a casa di un guantaio. Una di lui figlia Elmina catturerà l'attenzione di tutti e il racconto avrà un ritmo tra il reale e il surreale con molti voli di fantasia e intriso di qualche credenza popolare. Un libro che si legge volentieri con un ritmo incalzante, ma chi è o cos'é questo cardillo addolorato? Un uccello, una canzone, una metafora dell'anima? E' un libro godibile, da interpretare.

Re: Ti prendo e ti porto via

Forse è così bravo a raccontare la disperazione dei bambini perché figlio di uno psicanalista, qualcosa in materia può averlo appreso dal padre. Comunque io il libro lo lessi tanti anni fa e non mi piacque molto. Mi piacque di più il film tratto dal libro "Io non ho paura" che però non ho letto

Le parole per dirlo - Marie Cardinal

La scrittrice racconta della sua sofferenza psichica e della sua rinascita grazie a sette anni di sedute psicanalitiche tre volte la settimana.
Per chi crede all'efficacia della cura psicanalitica.

Re: La donna della domenica - Fruttero & Lucentini

L'ho letto giusto un mesetto fa, a volte mi ha un po' annoiato ma nonostante tutto sono stata curiosa di andare avanti e finirlo, la città di Torino così raccontata mi ha conquistato . Sapevo che dal libro è stato tratto un film ma non l'ho mai visto. Promosso

Morte a Firenze - Marco Vichi

E' il libro che mi ha fatto conoscere il commissario Bordelli, uomo schivo, malinconico, amico dei più deboli, segnato dalla guerra. Il commissario da me preferito

Re: Le correzioni - Jonathan Franzen

Condivido. Non sarebbe brutto se fosse più scorrevole e meno complicato, si fa confusione tra i personaggi vari e alla fine non ci si ricorda più cosa è successo ai vari protagonisti

Re: La casa sopra i portici - Carlo Verdone

Il più bel libro autobiografico che abbia mai letto. Sembrava di viverci in quella casa. Mitica la frase del padre di Verdone su Christian De Sica "quello è un pallonaro". Anch'io sono d'accordo, una bella sorpresa

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate