Il progetto mira a incrementare l’offerta culturale nei quartieri e ad allargare la presenza della biblioteca oltre i confini degli spazi dove tradizionalmente essa rende il proprio servizio.
La biblioteca si apre al dialogo con il territorio per raggiungere fasce di potenziali lettori che non la utilizzano o non la conoscono e per promuovere momenti di partecipazione e di confronto culturale.
Sono direttamente coinvolte 7 biblioteche: Dergano e Niguarda (Municipio 9), Gallaratese (Municipio 8), Lorenteggio (Municipio 6), Oglio (Municipio 4), Crescenzago e Zara (Municipio 2).
Il progetto si articola in due linee di intervento: 

1. La Biblioteca Fuori di sé

Si propone di:
- intercettare pubblici che solitamente non utilizzano o non conoscono il servizio bibliotecario;
- promuovere la lettura in ambienti e spazi abitualmente frequentati dai cittadini ma che normalmente non sono caratterizzati da un’offerta culturale;
- ridurre la distanza fisica e psicologica tra libri e lettori potenziali;
- sviluppare relazioni aperte e inclusive tra la biblioteca e la sua comunità.

L’intervento prevede:
- l’allestimento di nuclei temporanei del servizio bibliotecario in grado di fornire informazioni e materiali promozionali sui servizi offerti dalle biblioteche, iscrivere nuovi utenti e permettere il prestito dei libri selezionati per l'occasione. Tali nuclei si configurano anche come luoghi di ascolto dei cittadini rispetto al ruolo svolto dalle biblioteche di quartiere.
4 edizioni di Biblioteca Vivente, una biblioteca dove i libri sono "viventi", persone in carne e ossa consapevoli di appartenere a minoranze soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a raccontare le proprie esperienze e i propri valori. Consultando questi libri, i “lettori” hanno l'occasione di entrare in contatto con persone con le quali nella quotidianità difficilmente potrebbero confrontarsi.
- l'apertura di almeno 2 biblioteche di condominio autogestite, con la finalità di stimolare, diffondere e aiutare l'esperienza di biblioteche di prossimità e biblioteche condivise, quali luoghi familiari nei quali riscoprire il piacere della lettura e coltivare le relazioni umane.

2. Il Design Thinking For Libraries

Intende diffondere la cultura della progettazione partecipata e stimolare l’attivismo civico. Prevede di coinvolgere i residenti dei quartieri di due biblioteche che aderiscono al progetto per ripensarne insieme alcuni spazi e servizi. L'obiettivo è offrire ai cittadini servizi di qualità modellati sui loro bisogni e progettati mediante un processo di partecipazione e ascolto.