I soggetti con dislessia evolutiva in Italia sono almeno 1.500.000. Gran parte di loro hanno avuto una carriera scolastica costellata di insuccessi, con abbandoni precoci e con serie conseguenze sociali e professionali. Le storie che raccontano i ragazzi dislessici diventati adulti sottolineano la frustrazione derivante dalla mancata identificazione del problema: da bambini si sono trovati a crescere con una difficoltà inattesa e inspiegabile e in genere sono stati colpevolizzati per lo scarso impegno e per gli scadenti risultati scolastici, a fronte di normali abilità sociali e cognitive.

I disturbi specifici dell'apprendimento (DSA) non supportati rappresentano tuttora una delle maggiori cause di dispersione scolastica. La carriera scolastica degli studenti dislessici è caratterizzata spesso da insuccesso fino all’abbandono e dalla scelta di scuole a basso profilo. In alcuni casi le loro difficoltà si trasformano in problemi psicologici (ansia, rabbia, tristezza, scarsa fiducia in se stessi o, al contrario, comportamenti di rifiuto e opposizione)

Il progetto "Dislessia in pratica" intende operare per combattere queste difficoltà, in collaborazione con le istituzioni e i servizi che si occupano dello sviluppo e dell’educazione dei bambini. Ha l’obiettivo di prevenire il disagio giovanile e la riduzione della dispersione scolastica dei soggetti con DSA attraverso interventi di sensibilizzazione, supporto, formazione, informazione ed eventi specificamente dedicati, alcuni dei quali avranno luogo nelle nostre biblioteche. In altre parole si tratta di agire non solo nei confronti del singolo, ma di lavorare anche globalmente creando attenzione, preparazione e attivando attitudini, aggregazioni, luoghi.

AZIONE 1: 26 eventi culturali e di sensibilizzazione e 26 laboratori informatici a favore dei DSA ad ingresso libero nelle biblioteche di Milano.
Le esperienze fatte negli anni hanno evidenziato l’importanza di trasmettere agli adulti vicini ai bambini/ragazzi con DSA corrette indicazioni generali e specifiche, chiari inquadramenti teorici e indicazioni operative, materiale utile, ascolto del disagio emotivo, confronto.

AZIONE 2: attivazione e assistenza gratuita del servizio di audioteca “Libroparlatolions“ presso tutte le 26 biblioteche del sistema bibliotecario Milanese.
L’obiettivo è diffondere la conoscenza del patrimonio di oltre 9500 audiolibri e renderlo gratuitamente fruibile per tutti coloro che hanno difficoltà di lettura.

AZIONE 3: laboratorio teatrale psico-pedagogico “Conoscersi per comprendersi”.
Spesso i bambini/ragazzi con DSA possono perdere coraggio e inibire la propria creatività. Nei casi più seri possono emergere problematiche che intaccano dimensioni fondamentali della personalità e rischiano di compromettere una sana interrelazione con il mondo relazionale e scolastico. Il percorso prevede laboratori con i minori e di sostegno alla genitorialità a partire dal concetto di identità eterogenea e integrata riscontrabile in alcuni testi della letteratura.

AZIONE 4: realizzazione di una giornata evento “Dislessia in pratica” con spettacolo partecipato del laboratorio teatrale.
I protagonisti del laboratorio saranno in grado di realizzare un evento inclusivo in cui parlare di DSA in modo coinvolgente e divertente, una performance in cui il pubblico potrà sperimentare in modo empatico le difficoltà che i ragazzi con DSA affrontano nella vita, ma anche i modi virtuosi con cui gli stessi riescono a conviverci e a superarle. Nella stessa giornata si concluderà il concorso ispirato a dislessici famosi con la mostra delle opere realizzate dai ragazzi partecipanti e relativa premiazione.

AZIONE 5: video di sensibilizzazione sul tema DSA.
Tutto il percorso del progetto sarà filmato per documentare le azioni e i risultati. Il laboratorio produrrà un video che avrà i ragazzi stessi protagonisti del progetto come registi e ideatori. Per la prima volta sono gli stessi ragazzi a parlare di DSA dalla loro personale prospettiva e a farsi comunicatori e informatori per gli spettatori.

Dislessia in pratica è un progetto delle associazioni Libro Parlato Lions, Aid (Associazione Italiana Dislessia), Caminante, Contrasti onlus, in collaborazione con il Sistema BIbliotecario di Milano. È sostenuto da Regione Lombardia e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. 

approfondisci