Dopo le mafie è un progetto per valorizzare e gestire in modo partecipato i beni comuni confiscati alla criminalità, ideato dall'Associazione Circola – Cultura, Diritti, Idee in movimento e sostenuto dal nostro Sistema bibliotecario.

Il progetto vuole sperimentare un nuovo modello culturale e operativo, condiviso tra istituzioni e cittadini, per trasformare in modo duraturo i beni confiscati alle mafie in ‟beni comuni”, restituendoli alla comunità e mettendoli a disposizione dei progetti di crescita sociale e culturale del territorio in cui si trovano.

Circola accompagna i Comuni coinvolti nella presa in carico del bene confiscato nell’elaborazione di un progetto condiviso in merito al suo riutiluzzo e nella definizione di efficaci strumenti di gestione. Il percorso prevede più tappe: dalla conoscenza delle problematiche, anche legali e amministrative, alle attività formative, culturali e partecipative che vedranno protagonisti i cittadini, le scuole e le biblioteche.

Vedi il video che racconta le prime fasi del progetto 

Dopo le mafie è anche il palinsesto Tempo di legalità. In biblioteca: proposte e iniziative sul tema della legalità e dei beni comuni in molte biblioteche del Sistema.